Venturino: “All’Ars due disegni di legge per stabilizzare i precari. Invitatemi a Racalmuto e verrò”

|




PRECARI. Il vicepresidente dell’Ars Antonio Venturino “bacchetta” i deputati nazionali del pd Angelo Capodicasa e Maria Iacono: “Probabilmente gli è sfuggito che da alcuni mesi ho presentato due disegni di legge per risolvere definitivamente il problema del precariato negli enti locali siciliani”

Antonio Venturino, vicepresidente dell’Assemblea regionale siciliana, iscritto al gruppo Misto, interviene sul “caso Racalmuto”, cioè il rischio che oltre sessanta contrattisti del Comune perdano il posto di lavoro. Con riferimento al nostro articolo pubblicato sabato 11 ottobre a proposito dei 60 lavoratori precari, a rischio licenziamento, del Comune di Racalmuto, interviene il vicepresidente vicario dell’Assemblea regionale siciliana Antonio Venturino.

Antonio Venturino

Antonio Venturino

“Agli onorevoli Capodicasa e Iacono – dice Venturino in una nota – probabilmente è sfuggito che da alcuni mesi ho presentato due disegni di legge, già pronti per la discussione in Commissione Lavoro da diverse settimane, che puntano a risolvere definitivamente il problema del precariato negli enti locali siciliani”.

“In considerazione dell’attenzione dimostrata, suggerisco sommessamente ai colleghi parlamentari nazionali – prosegue Venturisno – di dialogare di più con i deputati del territorio del Partito democratico, e comunque del centrosinistra, per sostenere nelle sedi competenti – Commissione Lavoro e poi Sala d’Ercole – le mie proposte che porteranno alla soluzione una volta per tutte”.

“Ci sono questioni che vanno al di là dei collegi elettorali, infatti, ci sono circa 24 mila persone in Sicilia che da anni vivono nell’incertezza e a queste persone siamo chiamati a dare risposte certe per dimostrare anche che la politica è al servizio dei cittadini”, conclude il vicepresidente dell’Ars. “Desidero precisare e sottolineare che con grande piacere avrei incontrato questi lavoratori e che sul piano personale non mi sento di aver disertato la riunione. Infatti, se solo qualcuno mi avesse invitato a partecipare all’incontro lo avrei fatto volentieri, al di là del collegio elettorale di riferimento”.

Altri articoli della stessa

2 Responses to Venturino: “All’Ars due disegni di legge per stabilizzare i precari. Invitatemi a Racalmuto e verrò”

  1. Francesco (Operaio) Rispondi

    13 ottobre 2014 a 17:15

    Politici distratti,Maah dopo due anni di andare e venire e fare passarella a RACALMUTO Si sono dimetticati del San Venturino…

  2. Giuseppe Guagliano Rispondi

    14 ottobre 2014 a 0:30

    Vorrei chiedere a Venturino:
    E’ sostenibile che una regione (la Sicilia) dove l’economia reale (quella che produce ricchezza )negli ultimi anni è regredita del 40%, bruciando più di trecentomila posti di lavoro vero, possa mantenere un apparato burocratico che tra precari degli Enti Locali, Forestali, addetti alla Formazione, consorzi di Bonifica, società partecipate, sanitari e dipendenti diretti arriva a superare la sbalorditiva cifra di 100.000 dipendenti?
    E’ sostenibile che i dipendenti Regionali quadagnino mediamente il 30% in più di tuutti gli altri dipendenti pubblici Italiani?
    E’ sostenibile che tra i dipendenti, sempre, Regionali vi sia un numero tre volte maggiore di dirigenti rispetto ad ogni altra parte?
    I principi più elementeri dell’economia consiglierebbero una riduzione del peso della burocrazia di una misura almeno pari al 40% non solo numerico ma anche in termini di valore economico per poter sopravvivere.
    Ostinarsi a mantenere ad ogni costo ed inopinatamente questo peso sino al punto da destinare ogni € disponibile per far fronte alle spese del personale, ricorrendo addirittura all’indebitamento bancario; mi sembra una vera follia.
    State ipotecando il futuro delle prossime generazioni senza nessunissima prospettiva.
    State relegando, definitivamente, la Sicilia ai margini dell’economia e della civiltà.
    Ci spieghi l’On. Venturino cosa sta facendo per le aziende che a decine chiudono ogni giorno (pur rappresentando la vera ricchezza della nostra terra)!
    Ci spieghi cosa sta facendo per i 300 mila siciliani che hanno perso il posto di lavoro!
    Ci spieghi dove troverà le coperture per stabilizzare le decine di migliaia di precari di cui parla!
    Aumenterà ancora di più le tasse facendo collassare altre aziende e impoverendo ulteriormente le famiglie?
    Taglierà quello che resta dei servizi e dell’azione sociale che il pubblico avrebbe il dovere di garantire?
    Chissà che non riesca a convincere i deputati Regionali gli assessori, i dirigenti, gli alti funzionari, i manager e i consulenti dalla politica foraggiati e tanti altri ad accontentarsi del semplice stipendio di una persona normale.
    A conti fatti, forse, i soldi potrebbero pure bastare.
    In caso contrario il sig. Vicepresidente la smetta di fare demagogia.
    G.Guagliano Vice Presidente C. Comunale di Racalmuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *