Vendita Casa Leonardo Sciascia, sostegno del Comune di Licata

|




Il Commissario Cartabellotta aderisce all’appello della Provincia.

La casa delle zie di Sciascia in due fotografie di angelo Pitrone tratte dal libro "I luoghi del romanzo"

La casa delle zie di Sciascia in due fotografie di angelo Pitrone tratte dal libro “I luoghi del romanzo”

Il Commissario Straordinario del Comune, Dario Cartabellotta ha disposto l’adesione del Comune di Licata., mediante un sostegno finanziario a favore del Libero Consorzio di Agrigento, nella misura di 1.500 euro, finalizzato all’acquisto della Casa di Leonardo Sciascia, che sorge a Racalmuto.

Si tratta dell’abitazione in cui il noto scrittore di Racalmuto ha vissuto per parecchi anni e in cui  ha concepito e scritto alcune della sue opere più suggestive e significative; abitazione, peraltro, descritta in alcune delle sue opere più importanti, quali “Le parrocchie di Regalpetra”, “Gli zii di Sicilia”, “La Sicilia come Metafora”.

Avuta notizia del fatto che la suddetta casa è stata posta in vendita e che il Comune di Racalmuto non è in grado da solo di sostenere l’acquisto di questo ricco patrimonio culturale  ed etico, il Libero Consorzio di Agrigento (ex Provincia), nel corso di un’assemblea, convocata dal Commissario dell’Ente Benito Infurnari, con i sindaci della provincia, tenutasi il 4 agosto scorso, ha espresso la volontà di acquistare la Casa di Leonardo Sciascia per custodire e valorizzare il ricco patrimonio morale e culturale in essa conservato, e di consegnarlo alle nuove generazioni, a memoria del messaggio culturale e civile che da esso è stato diffuso, mediante la creazione di un museo nel quale custodire tutte le testimonianze di vita ed artisti che dell’illustre scrittore racalmutese.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *