Un’oasi naturalistica alla foce del Vallone Canne

|




Proposta di Legambiente, Lipu, del Distretto e Consorzio Turistico Valle dei Templi.

oasi 1

Questa mattina  a San Leone, nelle immediate adiacenze del Ristorante Le Dune,  le associazioni Legambiente e Lipu, unitamente al Distretto Turistico Regionale Valle dei Templi ed al Consorzio Turistico Valle dei Templi, illustreranno la relazione sulle emergenze naturalistiche riscontrate alla Foce del Vallone Canne e la conseguente proposta di avvio dell’iter per la istituzione in detta area di un’Oasi naturalistica.

oasi 2

Ripetuti sopralluoghi hanno infatti messo in evidenza la presenza di una ricca vegetazione ripariale che accompagna il corso d’acqua dalla Via Cavaleri Magazzini  sino alla sua foce e che svolge lungo tale percorso una importantissima funzione fito-depurativa, venendo di fatto a contrastare e ridurre il danno ambientale certamente arrecato dagli sversamenti abusivi di liquami fognari.

A conferma di ciò la rilevata presenza di uccelli tipici delle zone umide – come la Gallinella d’acqua, il Tuffetto, l’Usignolo di fiume e la Cannaiola – nonché della Testuggine palustre di Sicilia e della Biscia dal collare, in aggiunta a diverse essenze. Un carico eccessivo di sostanza organica o, peggio, di liquami fognari e acque contaminate da nitrati o fosfati, non consentirebbe la sopravvivenza di queste specie.

oasi 3

All’incontro con la stampa interverranno Claudia Casa, Marco Interlandi e Raffaella Giambra per Legambiente, Salvo Grenci per la Lipu e Gaetano Pendolino, Amministratore di Piano del Distretto Turistico Valle dei Templi. Saranno altresì presenti gli operatori economici della zona: la valorizzazione dell’area mediante l’istituzione di un’oasi naturale verrebbe infatti a costituire un importante valore aggiunto per la fruizione balneare e turistica di questo importante tratto del litorale di San Leone.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *