Tutti a bordo, decolla il Festival delle Scienze

|




Da questa sera, e fino al 13 agosto, la scienza assoluta protagonista al Tempio di Giunone ad Agrigento e in Piazza Cavour a Favara Ieri sera la presentazione ufficiale dell’evento alla Farm Cultural Park.

È stata una vera e propria anteprima del Festival delle Scienze quella a cui ieri sera abbiamo assistito al Farm Cultural Park di Favara. Ospiti della famiglia Bartoli-Saieva, in un giardino profumato dalle atmosfere soffuse, abbiamo potuto pregustare quanto di nuovo c’è in questa edizione 2017 del Festival.

Assaggi in pillole, proposti in maniera dinamica e informale, di un evento che si espande geograficamente per debuttare simultaneamente nella Valle dei Templi, set delle prime tre edizioni, e in Piazza Cavour a Favara dove i gazebo montati dall’Associazione “Notte con le Stelle” ospiteranno i laboratori scientifici de “La Scienza in Piazza”.

Dunque, volendo procedere con ordine, chi ha avuto il piacere di partecipare alla presentazione dell’evento, prima di addentrarsi nei cortili della Farm, ha potuto godere di uno spettacolo del tutto inusuale per piazza Cavour, dove oltre ai gazebo campeggia un planetario che regalerà al pubblico una visione del nostro sistema solare e dell’universo, mentre disseminati nei punti di osservazione ottimali della piazza alcuni telescopi permetteranno di scrutare stelle e costellazioni.

L’idea di portare la scienza in piazza, voluta da Tommaso Parrinello, ideatore e direttore artistico del festival, accolta con grande entusiasmo da Anna Alba, sindaco di Favara, e da tutta l’Amministrazione, rappresenta la novità più significativa di questa edizione, e coinvolge l’Aereonautica Militare con la simulazione delle Frecce Tricolori, i Laboratorio di Astronomia, Astrobiologia, Chimica e Fisica, Realtà Virtuale, Geofisica, Terremoti e Vulcanologia e la Sezione Investigazioni Scientifiche dell’Arma dei Carabinieri. Ad illustrare, nel corso della serata, le sofisticate apparecchiature ospitate nello stand dei Carabinieri, conosciute dal pubblico televisivo attraverso fiction e serie tv, il Colonnello Rodrigo Micucci, Comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri Agrigento.

“Un evento nuovo ed unico per Favara-ha sottolineato ieri sera la sindaca Anna Alba- ma soprattutto un sogno che si realizza. Mi reputo molto fortunata e privilegiata perché la mia città è stata scelta come meta di destinazione della scienza. Sarà un evento che interesserà tutti, dai più piccoli ai più grandi. E poi che emozione vedere in questi giorni la metamorfosi di questa piazza con un planetario e tutti i gazebo che ospiteranno i laboratori, per una cinque giorni che si presenta come un’occasione di arricchimento culturale e scientifico per questo territorio che ne ha veramente tanto bisogno. Per questa occasione unica nel suo genere, ci tengo a ringraziare Tommaso Parrinello, per aver scelto la nostra città, offrendoci un’opportunità di crescita di inestimabile valore”.

Dopo il saluto di Andrea Bartoli, ad illustrare il programma del Festival delle Scienze ( http://www.festivaldellescienze.it/ ) l’ideatore e direttore artistico del festival Tommaso Parrinello, cui hanno fatto seguito l’intervento di Giuseppe Parello, direttore del Parco Archeologico di Agrigento, di Enzo Camilleri, direttore del Distretto Turistico, di Amedeo Balbi, che fa parte del nutrito gruppo di relatori delle 5 serate del festival. Presenti, tra gli altri, gli assessori del Comune di Favara Amodeo Nicotra e Umberto Rumolo

Dal 9 al 13 agosto, dunque, la Scienza protagonista assoluta ad Agrigento, al Tempio di Giunone e a Favara, in Piazza Cavour.

“Una esperienza unica-ricorda Tommaso Parrinello-assolutamente da vivere. Una grande festa della scienza nel suggestivo scenario della Valle dei Templi e nella fervente città  di Favara”.

Nella foto, da sinistra: Andrea Bartoli, Giuseppe Parello, Anna Alba, Tommaso Parrinello, gli assessori di Favara Umberto Rumolo e Amodeo Nicotra.

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *