Tutti a Racalmuto, guardando a Genova e Milano

|




Domani mattina,  nella sede della Fondazione Sciascia, associazioni, organizzazioni, enti, comuni, fondazioni del territorio agrigentino e nisseno parteciperanno alla programmazione del Festival della Strada degli Scrittori 2014-2015. Prossimi gli importanti appuntamenti della Borsa del Turismo scolastico e studentesco di Genova e dell’Expo 2015.

Felice Cavallaro

Felice Cavallaro

Domani mattina, sabato 18 ottobre, alle 10, nella sede della Fondazione Sciascia, a Racalmuto, associazioni, organizzazioni, enti, comuni, fondazioni del territorio agrigentino e nisseno parteciperanno alla programmazione del Festival della Strada degli Scrittori 2014-2015. Il calendario di eventi, che si svolgerà per un anno intero, coinvolgerà tutto il territorio che è stato già interessato dal Grand Tour dei Saperi e dei Sapori, da Caltanissetta a Porto Empedocle, passando per Favara, Racalmuto, Agrigento, e si estenderà anche su Palma di Montechiaro, Comune pronto a entrare, così come Racalmuto, nel Distretto turistico regionale Valle dei Templi.

Il presidente del Distretto, Lillo Firetto, e l’amministratore Gaetano Pendolino, hanno da subito sostenuto l’iniziativa del giornalista del Corriere della Sera, Felice Cavallaro. Il Distretto, peraltro, dal 5 al 12 settembre scorso, ha assunto con l’egida della Giunta Regionale e della Sicilia Film Commission, nonché della Presidenza dell’Ars, l’organizzazione degli eventi di promozione, coinvolgimento e animazione territoriale sulla “Strada”.

La convocazione del tavolo di coordinamento si è reso necessario e urgente in vista degli importanti appuntamenti della Borsa del Turismo scolastico e studentesco di Genova e dell’Expo 2015, quando la Regione Sicilia ospiterà per sei mesi nel suo stand il progetto della Strada degli Scrittori.

All’incontro di domattina saranno presenti oltre al giornalista Felice Cavallaro e ai vertici del Distretto, anche i sindaci e gli assessori alla Cultura dei Comuni interessati e i responsabili di enti e associazioni interessati al turismo studentesco e all’implementazione delle iniziative turistiche e culturali del territorio, connesse a quei pochi chilometri che conservano una traccia indelebile dei più grandi scrittori del Novecento, ed in particolare Pirandello, Sciascia, Tomasi di Lampedusa, Russello, Rosso di San Secondo e molti altri, fino al contemporaneo Andrea Camilleri.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *