Tragedia Maccalube. “Si è alzato un muro di fango alto venti metri, poi ha sommerso tutto” ||| VIDEO ESCLUSIVI

|




Alan David Scifo è alle Maccalube, sul luogo dei soccorsi. Morta la bimba, aveva dieci anni. Si cerca il fratellino di 8, sepolto sotto fango e argilla. Sul luogo anche il pm Carlo Cinque: la procura di Agrigento ha aperto un’inchiesta. La testimonianza di alcuni turisti tedeschi: “Un muro di argilla alto venti metri, poi tutto è venuto giù”. DIRETTAMENTE DALLA MACCALUBE I PRIMI RACCONTI. IMMAGINI E VIDEO

Proseguono freneticamente i soccorsi per trovare il fratellino della bimba morta sotto il muro di fango.

Macalube,  soccorsi (Foto di Alan D. Scifo per Malgrado tutto)

Macalube, soccorsi (Foto di Alan D. Scifo per Malgrado tutto)

Il paesaggio è quello di una catastrofe: una distesa di fango e argilla ancora molle e vischiosa. Alcuni turisti tedeschi che si trovavano nel parco al momento della tragedia hanno raccontato di aver visto improvvisamente dalla collinetta dove si concentrano il maggior numero di vulcanelli un’eruzione: “Un muro di fango e argilla alto venti metri, poi è venuto giù e ha sommerso tutto”.

Sotto quell’ondata sono finiti i due fratellini, figli di un carabiniere di Joppolo Giancaxio. Per il momento circola solo il cognome, che però per ragioni di discrezione non è il caso di diffondere, almeno fin quando non saranno conclusi tutti gli accertamenti.

Macalube, proseguone le ricerche (Foto Alan D. Scifo per Malgrado tutto)

Macalube, proseguone le ricerche (Foto Alan D. Scifo per Malgrado tutto)

I soccorritori si muovono con prudenza. La folla di volontari, giornalisti e curiosi sono stati fatti allontanare. Gli esperti spiegano infatti che dopo la prima eruzione non è raro che se ne possa ripetere una seconda, di eguali dimensioni.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *