Sussurri e grida. La rubrica di Luigi Galluzzo

|




Amministrative, chi ha vinto?

Facce smarrite nei Palazzi romani e parlamentari in cerca d’autore

Il parlamentoDigerito il voto delle amministrative la confusione regna a palazzo. Chi si aggiri tra i corridoi di Camera e Senato cogli facce smarrite e parlamentari in cerca d’autore.
Il futuro fa paura agli onorevoli nostri rappresentanti. Il Pdl dilaniato ed in trincea vive tra i veleni. Nessuno capisce cosa abbia veramente in testa Berlusconi, punta ad una lista civica con Santanchè nella veste di candidata premier? La sola ipotesi fa infuriare la vecchia guardia e quella parte di partito che sta con Alfano “Nessuno pensi di buttarci via così”.

Ma anche il Pd non sta poi tanto bene, Bersani è di fatto assediato, si è capito che ogni nome nuovo sbaraglia la concorrenza dei candidati indicati dal partito, e la foto di Vasto, l’alleanza a tre Bersani, Di Pietro, Vendola, è fedele solo nelle parole, molto meno nei pensieri segreti dei tre leader. Ognuno è pronto ad andare per suo conto, scrutando il mare in tempesta.
Nel Governo molti aspirano a ruoli futuri, Passera, che però i bene informati vedono fuori gioco, Riccardi, che rinsalderebbe il fronte cattolico, lo stesso Monti, che però pare destinato ad un super ruolo europeo se riuscirà a salvare l’Italia.
Alle prossime elezioni si prevede un’avanzata inarrestabile di grillini, potrebbero sbarcare in cento che uniti ai 50 accreditati al Sel di Vendola farebbero una folta pattuglia difficile da arruolare.
Il problema di Grillo è di riuscire a tenere uniti i suoi. Le prime crepe si sono già aperte con Pizzarotti, il sindaco a Cinque Stelle di Parma “Non hai vinto tu” gli scrivono dal blog del fondatore ora che lui, il Sindaco, parla di autonomia. La domanda allora è, se già Grillo non riesce a governarne uno, come potrà guidarne cento?
E così nel palazzo qualcuno la spara grossa, siamo già dentro un “regime autoritario” dove l’autoritario sarebbe Monti, l’uomo dei poteri forti internazionali, ma altri potrebbero seguire, uomini forti per governare con mano decisa il paese nel travagliato futuro che ci attende.

Luigi Galluzzo

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *