Sul cielo della Valle dei Templi il passaggio della Stazione Spaziale

|




Ieri al Tempio di Giunone la serata inaugurale del Festival delle Scienze. La visione della Stazione Spaziale uno dei momenti più emozionanti della serata. Il programma di questa sera. 

Al Tempio di Giunone, nella Valle dei Templi di Agrigento, ieri la serata inaugurale del Festival delle Scienze. Ad aprirla una piacevolissima sorpresa, molto apprezzata dal pubblico, la visione, grazie ad un potente laser, del passaggio della Stazione Spaziale, raggiunta da qualche giorno dall’astronauta Paolo Nespoli, sul cielo di Agrigento.

Sul palco, a seguire, Marco Santarelli con il suo progetto “La scienza in valigia” , uno spettacolo tra scienza e musica che ha piacevolmente coinvolto gli spettatori.

Poi un omaggio a Pirandello, di grande intensità emotiva, nel 150° anniversario della nascita, dell’attrice Lia Rocco con “Le lune di Pirandello e di altri poeti”.

La serata si è conclusa con l’intervento, seguitissimo,  del dirigente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Angelo De Santis, che ha affrontato il tema “Un mistero chiamato Terra”, spiegando come il nostro pianeta, pur essendo relativamente giovane all’universo, possieda delle proprietà  che la rendono unica.

Ad apertura di serata l’ideatore e direttore artistico del festival Tommaso Parrinello, nell’illustrare brevemente il programma degli altri incontri, ha sottolineato ancora una volta che “Il Festival delle Scienze è una festa della scienza rivolta a tutti, La scienza – ha detto – spesso si pensa che sia un concetto di elite, ma non è così. Le più importanti scoperte sono state nate dalla normalità, usiamo i giusti filtri ed innamoriamoci della scienza”.

“Un evento così fa bene a tutti-ha detto nel suo intervento il direttore del Parco Archeologico Valle dei Templi, Giuseppe Parello-e noi stiamo cercando di costruire un modello che possa essere di riferimento. La Valle è un fondamento storico innegabile, i greci erano maestri di scienza e tecnologia. Noi, abbiamo avuto un grande filoso e scienziato, ma anche un grande ‘mago’ ed è Empedocle”.

Il programma di questa sera

C’E’ VITA FUORI DALLA TERRA?

Amedeo Balbi

CRONACHE DA ALTRI MONDI

Antonio Maggio

PENSARE ALTRI MONDI

Alfonso Maurizio Iacono

Nella foto di Calogero Montana, da sinistra: Marco Santarelli, Angelo De Santis, Lia Rocco, Egidio Terrana e Tommaso Parrinello

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *