Strade di Sicilia: l’avvio dei lavori a Bolognetta

|




L’Anas ha approvato il progetto esecutivo: al via i lavori nella Palermo-Agrigento a cura della società “Bolognetta scpa”. E a Caltanissetta si attende la fresa TBM che realizzerà la lunga galleria

Un tratto della 189Ancora un passo avanti per le strade in Sicilia. Finalmente una parte di quella che era definita la “strada della morte” – la Palermo-Agrigento – sarà ammodernata. A realizzare, per conto dell’Anas, la nuova strada sarà il Contraente generale “Bolognetta scpa” (società di progetto formata da Cmc di Ravenna, Ccc Società cooperativa e Tecnis). Si tratta in particolare del tratto che va da Bolognetta allo svincolo Manganaro, compresi i raccordi con le attuali strade statali 189 e 121. L’importo previsto è di oltre 295 milioni di euro ed il cantiere è stato consegnato ieri alle ditte affidatarie.

“Con l’avvio di questi lavori – ha affermato l’Amministratore unico dell’Anas Pietro Ciucci – si mantiene l’impegno preso per la prosecuzione dell’ammodernamento dell’itinerario che rappresenta una priorità strategica per la viabilità siciliana“.
In tutto sono 34 i chilometri interessati. Trecento i lavoratori impegnati, nella fase più intensa, con importante ricadute occupazionali. Sono previste numerose opere d’arte e, in particolare, una galleria artificiale, cinque nuovi viadotti, dodici svincoli, oltre ad interventi di restauro, miglioramento sismico e adeguamento di sedici viadotti e ponti esistenti. “L’attività propedeutica ai lavori – ha aggiunto Ciucci – è stata particolarmente complessa e il progetto esecutivo recepisce importanti modifiche e varianti rispetto al progetto definitivo. Importante è stata l’attenzione all’impatto ambientale, con opere di mitigazione e di salvaguardia che consentono un inserimentoLa nuova SS 640 ottimale dell’infrastruttura nel contesto naturale e con grande rilievo rivolto alle attività di monitoraggio ambientale”. I tempi di esecuzione, per la realizzazione dell’infrastruttura, è fissato in circa tre anni.

E sempre per restare in tema di strade nell’isola, continuano i lavori di ammodernamento a quattro corsie della SS 640. Nel tratto agrigentino si sta concludendo il lavoro al viadotto e alla galleria Serra Cazzola, pronti a settembre. Mentre in provincia di Caltanissetta si sta procedendo soprattutto alla realizzazione del piano dove sarà collocata la fresa TBM – EPB che scaverà l’importante “Galleria Caltanissetta”. Un lavoro notevole per l’Empedocle2 e dunque per la Cmc di Ravenna che opera in Sicilia attenta anche ai temi della legalità, della sicurezza e dell’ambiente, come tiene a precisare il project manager della società, l’ingegner Pierfrancesco Paglini.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *