Alle famiglie siciliane le somme sottratte alla mafia: anche Moscatt sostiene l’appello

|




Il parlamentare del Pd: “Personalmente presenterò l’emendamento e lo difenderò, raggiungeremo un risultato sociale ed economico, che sa di cultura antimafiosa”.

Tonino MoscattIn tema di beni confiscati alla mafia nei giorni scorsi si era espressa Maria Grazia Brandara con un appello alla deputazione nazionale siciliana, ripreso anche dal Segretario provinciale Peppe Zambito che tramite una nota stampa aveva chiesto di “impegnarsi” per raggiungere l’obiettivo.

Oggi ad intervenire è  il parlamentare del Pd Antonino Moscatt, che afferma: “Accolgo con favore le sollecitazioni alla deputazione agrigentina del Presidente del consorzio agrigentino dei beni confiscati alla mafia Maria Grazia Brandara e del Segretario Provinciale del Pd  Peppe Zambito, ad impegnarci affinché si possa riuscire ad inserire,
nella legge di stabilità nazionale, un emendamento che miri a reinvestire sul territorio parte delle somme annualmente confiscate alla mafia per destinarle alla Regione Sicilia e costituire un ‘Fondo siciliano per l’equità e la giustizia per le famiglie siciliane indigenti. Personalmente presenterò l’emendamento e lo difenderò, raggiungeremo un risultato sociale ed economico, che sa di cultura antimafiosa”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *