Le Rubriche

I cilindri del potere e le città vuote nelle opere

News image

Si conclude oggi nella galleria dello studio fotografico "Riflessi" di ...

Sabato, 8 Marzo 2014

Leggi tutto

Il filo rosso delle storie di "Donne allo specchio

News image

Un contributo letterario con forte valenza sociale nella raccolta di ...

Giovedì, 6 Marzo 2014

Leggi tutto

E Matteo il Magnifico si prese l'Italia

News image

E' bastato un blitz durato poche settimane e la determinazione ...

Sabato, 1 Marzo 2014

Leggi tutto

Rubriche - Sussurri e grida

Governo Renzi: l'opinione di Luigi Galluzzo

altEppur si muove. Da qualche ora la nave di Renzi va, è in mare aperto, si offre ai flutti della governabilità. Abbiamo assistito, personalmente l'ho commentato in diretta su Tgcom24, al giuramento dei ministri, abbiamo seguito la mano ferma di Renzi, lo sguardo ansioso della moglie, di grigio vestita, i suoi tre figli, come al primo giorno di scuola. Abbiamo osservato il blu elettrico indossato da Maria Elena Boschi, la più bella del reame parlamentare promossa alle Riforme, il rude Franceschini sostenere che il vero ministro dell'economia è la Cultura, il neo titolare del Lavoro, l'uomo delle cooperative spiegare che bisogna tutelare anche chi un lavoro non ce l'ha.

La nave è salpata, Renzi si è chiuso nel suo studio a scrivere il programma che lunedi alle 14 leggera in aula al Senato, speriamo che ci smentisca ha scritto il direttore del Sole 24 Ore nel suo editoriale, molti lo attendono al varco, La scena di Letta che gli consegna il campanello delle sedute del Consiglio dei Ministri con fare sprezzante e quasi non gli tende la mano, è stata agghiacciante. Per le Istituzioni quasi un punto di non ritorno. Sono tanti a ritenere questo Esecutivo evanescente, troppo tenero, governo beautiful scrivono in tanti sottolineando come sia fatto da belle ragazze giovani e nulla più. Ma è effettivamente il più giovane di sempre, snello e per metà fatto di donne. Secondo alcuni Renzi è un pazzo che si è messo alla guida di un veicolo impazzito. Altri pensano, o sperano, che lo salvi lo stellone, la fortuna che aiuta gli audaci. Per l'Italia è l'ultima chiamata, se si fallisce l'edificio crolla e resteranno solo macerie, probabilmente. Grillo dice che sono gli ultimi giorni di un'indecente Pompei. Mai siamo stati così fragili e sospesi, mai così in ansia per il nostro futuro, speriamo che non sia un grande futuro già alle spalle.

Luigi Galluzzo