Le Rubriche

I cilindri del potere e le città vuote nelle opere

News image

Si conclude oggi nella galleria dello studio fotografico "Riflessi" di ...

Sabato, 8 Marzo 2014

Leggi tutto

Il filo rosso delle storie di "Donne allo specchio

News image

Un contributo letterario con forte valenza sociale nella raccolta di ...

Giovedì, 6 Marzo 2014

Leggi tutto

E Matteo il Magnifico si prese l'Italia

News image

E' bastato un blitz durato poche settimane e la determinazione ...

Sabato, 1 Marzo 2014

Leggi tutto

Ritratti

Rubrica a cura di:Salvatore Restivo

Salvatore Restivo
La vita, le opere, il pensiero su i principali personaggi illustri di Racalmuto...

Rubriche - Ritratti

L'eretico racalmutese amato da Sciascia bruciato dall'Inquisizione

Part. della copertina del libro di NatoliFiglio di Vincenzo e di Francesca di Gasparo, Diego La Matina risulta, dai registri conservati nella Matrice di Racalmuto, battezzato in quella chiesa intitolata all'Annunziata, il 15 marzo 1622: padrini uno Sferrazza, di cui non si legge più il nome, e una Giovanna di Gerlando di Gueli; officiante, il sacerdote Paolino D'Asaro. Era Signore di Racalmuto, a quel tempo, il Conte Girolamo II Del Carretto, che, appena due mesi dopo il battesimo di Diego La Matina, veniva assassinato per mandato di un monaco del convento degli Agostiniani Riformati, certo Evodio o Fuodio da Polizzi. Non un monaco qualsiasi, per essere esatti, ma addirittura il fondatore del convento. Non informato (è sperabile) sull'assassinio di cui era stato mandante, lo storico Vito Amico dice "pio" il monaco.

Leggi tutto...

Rubriche - Ritratti

Marco Antonio Alaimo

Medico (1590 – 1662)

 

Ritratto di M.A.AlaimoIntorno al luogo di nascita di Marco Antonio Alaimo vi è stata una lunga polemica per stabilire se la sua patria era Racalmuto o Regalbuto in provincia di Enna. L'errore risale al novembre del 1662, tre mesi dopo la sua morte, quando, durante una commemorazione funebre, un suo allievo (certo Andrea Vetrano) gli attribuì come patria Regalbuto. Successivamente si perseverò nell'errore, finchè nel 1832 non fu pubblicato un "Saggio storico-apologetico sulla vera patria di Marc'Antonio Alaimo di Racalmuto" dell'abate D. Salvatore Acquista che, grazie a una valida documentazione, chiarì definitivamente l'equivoco.
Marco Antonio Alaimo nacque dunque a Racalmuto il 16 gennaio 1590. Sin dalla giovanissima età dimostrò un grande talento e le sue non comuni capacità intellettive, tanto da suscitare meraviglia e stupore nei suoi maestri. Dopo avere studiato filosofia si diede interamente allo studio della Medicina e all'età di vent'anni prese la laurea dottorale nella città di Messina, dove il suo genio fu ammirato da tutto il Collegio dei medici.

Leggi tutto...

Rubriche - Ritratti

Quella dei ritratti di uomini illustri racalmutesi è stata sicuramente una delle rubriche più apprezzate della versione cartacea del nostro giornale. Ad essa, infatti, i nostri lettori hanno sempre guardato con notevole interesse. Per i tipi di "Malgrado Tutto" nel 1993 il Prof. Salvatore Restivo ha pubblicato ventidue brevi biografie, tracciando così, attraverso i personaggi, quattro secoli di storia di Racalmuto.
Riproponiamo per la rete questa rubrica per nuovi lettori. E oggi come allora la dedichiamo ai giovani, perché non vada perduta la "memoria storica" del paese.

Pietro D'Asaro
Pittore (1579 – 1647)


Madonna della CatenaPietro D'Asaro nacque a Racalmuto nel 1579. Ancor giovane lasciò il proprio paese per trasferirsi a Roma dove conobbe lo zoppo di Gangi che divenne il suo maestro. Lo troviamo attivo a Genova, dove lasciò pregiati documenti della sua arte. Dopo aver raggiunto una certa agiatezza ritornò in Sicilia e si stabilì a Racalmuto. Da qui iniziò un'intensa attività pittorica ed i suoi quadri furono richiesti non solo nell'Agrigentino, ma anche da ogni parte della Sicilia. Morì a Racalmuto l'11 giugno 1647, interrompendo la sua felice carriera artistica. La personalità artistica di Pietro D'Asaro si inquadra in un momento complesso della storia italiana. E' il momento felice del Caravaggio che diventa per i giovani pittori il punto di rifermento e la sua arte conquista persino il "Monocolo di Racalmuto", già vicino ai modi di Filippo Paladino, molto attivo in quel periodo in Sicilia. L'arte di Pietro D'Asaro ha saputo sintetizzare maestralmente la raffinatezza cromatica del '500 e la nobiltà compositiva con gli elementi naturalistici nel libero evolversi del verismo meridionale. Così, pur restando fedele all'arte del grande maestro, riesce ad ottenere un equilibrio formale che mai gli impedì di accogliere le novità introdotte nella pittura da Guido Reni e dal Lanfranco. A Racalmuto ha lasciato i documenti più eloquenti della sua arte: nella chiesa di San Giuliano, nella chiesa del Carmine, nella chiesa Madre, nella chiesa dell'Itria e nella chiesa del Monte.
Molto bella è la tela della "Madonna della Catena" che in maniera inconfondibile richiama i temi tanto cari a Leonardo e al Caravaggio che riuscivano a definire i volumi solo per forza di luce.

Leggi tutto...

PROVINCIA E DINTORNI

Indietro Avanti

Frane di Agrigento: "La furia edifica…

Frane di Agrigento:

Nota di Legambiente. "Questa città è tra gli esempi più chiari della condizione in cui vivono molti milioni di italiani, i quali sono soggetti a gravi condizioni di rischio senza nemmeno averne consapevolezza" L'evento franoso che ha interessato una porzione del versante calcarenico-argilloso che sovrasta il Viale della Vittoria è riconducibile ad una alcune cause strutturali dovute principalmente...

Redazione 08 Mar 2014 Notizie Provincia e Dintorni

"Rispetto e centralità della donna ne…

La prlamentare del Pd Maria Iacono auspica ulteriori passi in avanti per l'acquisizione di una cultura che abbia come elemento caratteristico maggiore considerazione verso il ruolo della donna "In un momento come quello attuale nel quale le donne sono ancora vittime di violenza, emarginazione sociale e discriminazioni di ogni ordine e grado, la giornata internazionale delle donne deve...

Redazione 08 Mar 2014 Notizie Provincia e Dintorni

Favara, presentato al Papiro "Donne a…

Favara, presentato al Papiro

Il libro di Daniela Spalanca al centro di un confronto ricco di riflessioni profonde Sara, Anna, Roberta, Paola, Marina e Valeria. Sei donne, con storie diverse e contesti diversi. Sei donne con età diverse. Ma l'elenco potrebbe essere più lungo. Sulle storie, tratte da storie vere, ci ha costruito un bel romanzo la giornalista di Agrigento Daniela Spalanca....

Redazione 08 Mar 2014 Notizie Provincia e Dintorni

Agrigento: "Urgente una ricognizione …

Agrigento:

Il geologo Antonio Calamita, vice presidente del WWF, interviene sulla frana del costone del Viale della Vittoria, ne spiega le cause e avverte che non bisogna perdere tempo se si vogliono prevenire altri eventi del genere Che vi fosse un problema idrogeologico nella zona a monte dei palazzi Crea del Viale della Vittoria lo sapevamo tutti, anche perchè...

Antonio Calamita 08 Mar 2014 Notizie Provincia e Dintorni

"Green Italia", costituito il "Comita…

Quattro gli agrigentini che ne fanno Parte: Rosa Galluzzo, Mimmo Fontana, Giuseppe Grimaldi e Claudia Casa Costituita ufficialmente la nuova casa politica degli ecologisti italiani.Sono quattro gli agrigentini chiamati a far parte del "Comitato dei 100", organismo che punterà alla diffusione sui territori delle idee del nuovo movimento politico che, nelle prossime settimane, sarà presentato anche nella Città...

Redazione 08 Mar 2014 Notizie Provincia e Dintorni

Castrofilippo, Carnevale spostato a d…

Castrofilippo, Carnevale spostato a domenica

Il programma delle iniziative Anche il Carnevale di Castrofilippo ha dovuto fare i conti con il maltempo che in questi giorni è imperversato sulla Sicilia.Sferrazza Gli organizzatori, quindi, non hanno potuto fare a meno di rinviare tutte le iniziative previste a domenica 9 marzo. Lo annunciano in un comunicato il sindaco, Calogero Sferrazza, e l'assessore al Turismo Angela...

Redazione 08 Mar 2014 Notizie Provincia e Dintorni

Edilizia scolastica, la Provincia chi…

Edilizia scolastica, la Provincia chiede finanziamenti alla Regione

Serviranno per la costruzione di due istituti a Sciacca e a Campobello di Licata Chiesta l'ammissione, alla Regione, al finanziamento per la costruzione di due istituti scolastici della Provincia. Si tratta del Liceo Scientifico Fermi di Sciacca e dell'I.T.C. di Campobello di Licata. Le istanze riguardano il decreto dell'Assessorato Regionale dell'Istruzione e della Formazione Professionale del 23 dicembre...

Redazione 07 Mar 2014 Notizie Provincia e Dintorni

"No a Finanziaria bis lacrime e sangu…

Dichiarazione di Venturino, Gianni e Cimino "La finanziaria bis dell'assessore Bianchi non può essere una riscrittura lacrime e sangue dei dicktat della burocrazia romana".A dichiararlo sono il vice presidente dell'Ars Antonio Venturino, P.S.E, ed i deputati Michele Cimino, Voce Siciliana, e Pippo Gianni Centro Democratico."Non si possono penalizzare in un momento di stagnazione economica leimprese, il lavoro, l'università...

Redazione 07 Mar 2014 Notizie Provincia e Dintorni

CGIL, Iacono: "Esprimo compiacimento …

CGIL, Iacono:

Dichiarazione della parlamentare del Pd sul rinnovo delle cariche direttive del sindacato Maria Iacono, parlamentare nazionale del Pd interviene sul rinnovo delle cariche direttive della CGIL. "Salutdichiara- con soddisfazione e compiacimento la rielezione di Massimo Raso alla guida della CGIL agrigentina e dei nuovi vertici provinciali delle sigle di categoria.Tali riconferme costituiscono il segno evidente dell'ottimo lavoro svolto...

Redazione 07 Mar 2014 Notizie Provincia e Dintorni

Gela, "I nuovi linguaggi della politi…

Gela,

Venerdì 14 marzo  incontro organizzato dall'Associazione CIFRA. Relatori Francesco Pira e Marco Trainito "I NUOVI LINGUAGGI DELLA POLITICA- Dalla retorica a Facebook,Twitter e Youtube- Dal "Vaffa" a "stai sereno".Questo il tema di un incontro che si svolgerà a Gela il prossimo venerdì 14 marzo organizzato dall'Associazione CIFRA (Cultura, Istruzione,Formazione, Ricerca, Autonomia) presieduta dal dottor Emanuele Antonuzzo, che introdurrà...

Redazione 06 Mar 2014 Notizie Provincia e Dintorni

Sciascia e Malgrado Tutto 

http://www.malgradotuttoweb.it/sito2013/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/649271slide01.jpg

Leonardo Sciascia

“Ho tentato di raccontare qualcosa della vita di un paese che amo e spero di aver dato il senso di quanto lontana sia questa vita dalla libertà e dalla giustizia, cioè dalla ragione…. Tutti amiamo il luogo in cui siamo nati, ma Racalmuto è davvero un paese straordinario”.

http://www.malgradotuttoweb.it/sito2013/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/139987slide02.jpg

Leonardo Sciascia

“Malgrado tutto”: per il mio amico Bufalino – e anche per me – è il più bel titolo che si sia mai trovato per un giornale. Malgrè tout: un francesismo, direbbero i puristi che contiene una visione delle cose illuministica, diderotiana.Malgrado tutto, Ottobre 1987

http://www.malgradotuttoweb.it/sito2013/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/661701slide03.jpg

Leonardo Sciascia

I giornali locali dovrebbero fare opposizione seria sui fatti quotidiani, sulle cose da fare, prendendo così il ruolo di opposizione vera che in molte amministrazioni viene mancando. Opposizione quindi non per principio, per il gusto di farla: ma opposizione sulle cose concrete.Malgrado tutto, aprile 1985

http://www.malgradotuttoweb.it/sito2013/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/416423slide04.jpg

Leonardo Sciascia

La democrazia, da noi, è più forma che sostanza. Non basta che i cittadini votino – e da noi si vota continuamente, troppo – perché un paese possa dirsi democratico. Il banco di prova è l’amministrazione della giustizia. E si suol dire, retoricamente, che l’Italia è la culla del diritto: e invece ne è la bara.Malgrado tutto, giugno 1984

http://www.malgradotuttoweb.it/sito2013/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/133702slide05.jpg

Leonardo Sciascia

Ci sono i magistrati buoni, ottimi, perfetti: ma le leggi non servono contro i buoni cittadini, servono contro i cattivi; quindi è contro il cattivo magistrato che si vuole avere una regolamentazione, una disciplina, al di là di quelle che già ci sono e non funzionano.Malgrado tutto, agosto 1986

http://www.malgradotuttoweb.it/sito2013/components/com_gk3_photoslide/thumbs_big/505851slide06.jpg

Leonardo Sciascia

E’ stato detto – ed è vero – che non c’è fotografia che nel giro di pochi anni non diventi bella per quel che vi si cristallizza di nostalgia, di rimpianto, di sentimento personale o collettivo. E insomma: perché è un ricordo. Malgrado tutto, giugno 1985

Newsletter di Malgrado Tutto Web