Malgrado Tutto Web

Parola di Carlo Barbieri

altTutto cambia. Anche il raffreddore.
Una volta si diceva "un buon rimedio è aspirina, the caldo e miele, e passa in cinque giorni; se invece non prendi niente passa in cinque giorni". Ma ora si è scombussolato tutto. Sono venuti fuori i raffreddori a raffica, quelli a cicli regolarissimi come altri cicli ben più naturali, a intermittenza "random", mononariciali (scola solo mezzo naso), con mal di schiena, con mal di pancia "alla bocca dello stomaco" e bilaterale.

E ancora, con o senza febbre, con febbre "e" senza febbre nel senso che la temperatura varia ogni dieci minuti, con circolazione di gas accompagnata da orribili gorgoglii che si attivano nei luoghi pubblici nei momenti di massimo silenzio, tipicamente mentre ci si guarda negli occhi con il partner alla prima uscita, con fame da lupo e con inappetenza, con rash cutaneo e intimi pruriti confessabili solo al farmacista combattuti con cremine surgelanti che provocano nell'utente (più spesso di genere femminile) strane andature accompagnate da sorrisi estatici (fuori stagione in quanto in genere ci si raffredda in inverno, ahah).

Che dire? Auguri a raffreddati e raffreddate, e speriamo che l'ultima novità non sia quella della trasmissione del raffreddore via Face... Face... eee... eeeeeee... cccìììì!!!

Carlo Barbieri