Prima pagina

Malgrado Tutto Web

Le indiscrezioni pubblicate da Malgrado tutto scuotono la politica. Prime reazioni. Il segretario dell'Udc Carmelo Mulè: "E' vero, sono candidato alla poltrona di primo cittadino". Si tirano fuori Gigi Scimè e Vincenzo Chiarelli

Municipio di RacalmutoLe indiscrezioni pubblicate da Malgrado tutto smuovono i partiti e rendono incandescente il clima politico. E arrivano le prime reazioni. Conferma la candidatura il segretario cittadino dell'Udc Carmelo Mulè. Si tirano fuori, invece, Gigi Scimè e Vincenzo Chiarelli. Ecco le loro prese di posizioni che, di fatto, confermano che le voci raccolte e pubblicate da questo giornale circolano e che sono il frutto di discussioni, contatti e ipotesi fatti all'interno di partiti e movimenti.

 

Leggi tutto...

Malgrado Tutto Web

Mai come in questa fase, c'è un rincorrersi di fotografie, memorie, rimembranze, ricostruzioni. Racalmuto, come il resto d'Italia, guarda al passato per consolarsi di un terribile presente. Prigionieri del giorno di ieri? Una comunità che guarda con incertezza e paura al domani

Racalmuto, foto VenturiniLa maggior parte delle persone rimpiange il passato. Il passato è sempre pieno di speranze, di ambizioni, di sogni, a volte realizzati, a volte no. E' legittimo che ciascuno rilegga con nostalgia, con tenerezza, la propria giovinezza: per questo costruiamo album di fotografie, conserviamo ricordi, collezioniamo reliquie. Ma se questo diventa il sentimento prevalente di una comunità allora rischia di diventare pericoloso.

 

 

Leggi tutto...

Malgrado Tutto Web

In tempo di crisi dimenticare non è solo un errore, diventa anche una colpa

altIl 2014 potrebbe aprirsi con una domanda: quante cose del 2013 non sono da dimenticare per essere affrontate nell'anno che è arrivato? Viviamo in un'epoca di perdita di memoria. Il qui e ora, la filosofia del vivere per il presente senza pensare al passato e neanche al futuro, che in certi momenti può essere di rottura di fronte a tradizionalismi, a pregiudizi e ad abitudini invecchiate, oggi tende a devastare la formazione delle coscienze. Quando si vive all'ombra dei ricchi e gaudenti ci si può illudere di fare a meno della storia e vivere giorno per giorno. Quando si può consumare quasi senza limiti, almeno in apparenza, sembra non ci sia bisogno di rivolgersi alla storia, e, di conseguenza, scema la necessità di guardare verso il futuro.

Leggi tutto...

Malgrado Tutto Web

Odissea di un giornalista. Alan David Scifo dal 20 novembre chiede di poter consultare la corrispondenza di Leonardo Sciascia custodita dalla Fondazione di Racalmuto. Ma ogni risposta è sempre un nuovo ostacolo. Il resoconto dei tortuosi contatti senza risultato con la Fondazione

La sede della Fondazione SciasciaIl giornalista Alan David Scifo ha pubblicato sul mensile "S" un servizio sulla Fondazione Leonardo Sciascia  e sulle lettere allo scrittore che non vengono rese pubbliche nè consultabili. Ha provato lui stesso a poter visionare alcune delle diecimile lettere custodite nel caveau dell'ex centrale elettrica di Racalmuo. Nulla da fare. E adesso si scopre che per leggere le lettere bisogna chiedere agli eredi dello stesso Sciascia e perfino agli eredi di chi ha spedito le lettere. Ecco la cronaca di una vicenda sempre più assurda e paradossale.

CONSULTARE L'ARCHIVIO? RIPASSI TRA UNA VENTINA D'ANNI

Visionare le lettere di Sciascia è una vera e propria missione impossibile. Tempo fa si è parlato in questo giornale delle lettere di Sciascia (per leggere l'articolo di Egidio Terrana clicca qui) custodite (troppo) dalla fondazione pubblica dedicata allo scrittore di Racalmuto e donate dai suoi eredi ma che sono ancora (da 20 anni) in fase di catalogazione.

Leggi tutto...

Malgrado Tutto Web

L'anno che sta per arrivare. Una riflessione del filosofo Alfonso Maurizio Iacono: "La politica deve misurarsi con l'arte e la storia"

Natura morta con cassetto aperto (Cézanne)Siamo a fine anno. Tempo di consuntivi, di promesse e di speranze per l'anno che sta per arrivare. Ma è tempo anche di riconsiderare l'impeto di ciò che accade qui ed ora, per ricondurlo a quella distanza che può riequilibrare il giudizio immediato sull'attualità. Per la distanza occorrono l'arte e la storia, che spesso sono collocate a parte, fuori dall'immediatezza della cronaca e della politica. Ma come può la politica riacquistare un senso che la porti oltre se stessa, se non ritrova una distanza, se non si misura con l'arte e con la storia?
Vale la pena di andare in questi giorni a Firenze a vedere la mostra Impressionisti a Palazzo Pitti, dove sono esposti dodici capolavori. Vale la pena per molti motivi.

Leggi tutto...

Malgrado Tutto Web

Racconto di Natale. Il presepe, l'albero, i regali. Lo scrittore Carlo Barbieri smitizza riti e consuetudini in questa micronovella dai toni agrodolci

Luci di NataleIl botto improvviso di un tappo che saltava e uno scoppio di grida fecero sussultare il bambino che cominciò a piangere disperatamente.
La giovane mamma coricata accanto a lui se lo strinse al petto. - Che cosa è stato?
Il marito l'abbracciò. - Niente amore mio, niente, sembra che qua fuori ci sia una festa. Cerca di dormire, che sei sfinita.
Lei chiuse gli occhi segnati da due profonde occhiaie, poi sospirò e li riaprì. - Non ce la faccio. Troppi pensieri. Guarda, si è calmato. Non è bellissimo?
Lui allungò un mano e gli sfiorò la testa. – È il bambino più bello del mondo.

 

 

Leggi tutto...

Malgrado Tutto Web

Sul mensile "S", dalla prossima settimana in edicola, la questione sollevata da questo giornale sulle lettere custodite dalla Fondazione Leonardo Sciascia. Anticipiamo il testo, per gentile concessione del periodico palermitano

La sede della Fondazione SciasciaCon l'articolo  La Fondazione Sciascia e le sue carte. Troppo ben custodite? Egidio Terrana poneva la questione delle lettere dello scrittore custodite nel caveau della Fondazione di Racalmuto, praticamente inaccessibili perchè nè catalogate nè indicizzate. In quell'articolo, del 13 novembre scorso, il direttore di "Malgrado tutto" chiedeva al commissario Enrico Galeani, presidente della Fondazione, di poter aver accesso alle lettere del mafioso Sirchia a Sciascia, la cui esistenza era stata confermata dallo stesso Sciascia. Finora nessuna risposta dalla Fondazione Leonardo Sciascia. Qui di seguito, l'articolo pubblicato sul numero in edicola del mensile "S".

A futura memoria

Ottomila lettere. Scritte da gente del calibro di Pier Paolo Pasolini, Italo Calvino, Gesualdo Bufalino, Indro Montanelli, Giorgio Napolitano, Piero Chiara, Domenico Faro, Fabrizio Clerici, Mario Dell'Arco, Antonino Uccello, Salvatore Battaglia, Mario Tobino. E, naturalmente, Leonardo Sciascia. L'archivio custodito dalla Fondazione che porta il nome dello scrittore di Racalmuto, però, è inaccessibile. E la vicenda ha fatto scoppiare una polemica fra gli eredi dell'autore de "Il giorno della civetta".

 

 

Leggi tutto...

Malgrado Tutto Web

Dopo la decisione generosa dei genitori, gli organi del giovane Giuseppe Lena, lo studente di Cammarata morto in ospedale dopo un allenamento in palestra, salveranno cinque persone. Tra queste, c'è un bambino di Roma di un anno

Giuseppe LenaLa disperazione e il dolore, poi un gesto nobile e di eterna solidarietà e bontà d'animo, quello di donare gli organi del proprio figlio. I genitori di Giuseppe Lena, il ragazzo di vent'anni morto dopo un allenamento in palestra, hanno scelto di aiutare chi lotta per continuare a vivere, proprio come ha fatto il giovane studente di Cammarata durante due giorni di straziante agonia. Ore terribili, nel corso delle quali i parenti di Giuseppe sono rimasti appesi ad un filo di speranza, la stessa che si è spenta stamattina, quando i medici della seconda rianimazione dell'ospedale Civico hanno accertato la morte cerebrale del ragazzo.

Leggi tutto...

Malgrado Tutto Web

Elezioni e candidature. Dura analisi di Maria Iacono, deputato nazionale del Pd: "Nessuno può autoassolversi per quello che è successo nel paese di Sciascia. Nessun amministratore o consigliere comunale può dire: non ho visto, non sapevo"

Maria IaconoCon questo intervento di Maria Iacono, deputato del Pd, ampliamo il dibattito sul futuro di Racalmuto a esponenti politici di rilievo nazionale e regionale che via via diranno la loro opinione sulle candidature per sindaco e consiglieri comunali.

Quando un'amministrazione comunale viene sciolta per infiltrazione mafiosa è assolutamente giusto che paghino i responsabili, quelli che hanno consentito ai poteri criminali di avere ruolo e peso all'interno del palazzo municipale per influenzarne le scelte e distorcerle a proprio vantaggio. E' giusto che paghino sul piano penale, se vi sono rilievi di tale natura e, comunque, sul terreno della riprovazione morale e della presa di distanza inequivoca della comunità locale.

Leggi tutto...

Malgrado Tutto Web

Una donna eccentrica e anticonvenzionale, rimasta legata alla scuola e al liceo classico di Agrigento dove ha istituito un premio per i migliori studenti di matematica

Una delle rare immagini della Prof.ssa Messana (Ph: S. Picone)E' morta a quasi novant'anni la professoressa Vincenzina Messana, da tutti conosciuta come Zina. Per molti anni ha insegnato al liceo classico "Empedocle" di Agrigento. Generazioni di studenti hanno frequentato le ore di lezioni di matematica e fisica della professoressa Messana: era conosciuta in tutta la provincia e anche fuori, perché aveva sempre fatto parte delle commissioni d'esami di maturità in molte scuole italiane. Non era certo una che si faceva facilmente dimenticare. Il suo aspetto la faceva sicuramente rientrare nella categoria dei siciliani eccentrici. A suo modo, era molto anticonvenzionale: non si curava dei giudizi di quanti la incontravano.

Leggi tutto...