Warning: getimagesize(images/stories/savatteri/calopresti.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.malgradotuttoweb.it/home/sito2013/plugins/content/smartresizer.php on line 244

Malgrado Tutto Web - Notizie MT

La Bellucci nel prossimo film di Mimmo Calopresti

La sceneggiatura è tratta dal libro di Gaetano Savatteri

Monica Bellucci«Torno nella mia Italia. Ai primi di settembre girerò il nuovo film di Mimmo Calopresti. È la storia di un'amicizia, quella fra tre uomini e una donna. Mi piace sperimentare, sono fortunata».

Il film di cui parla la star italiana, residente a Parigi e sposata con Vincent Cassel, è tratto dal libro "Uno per tutti" di Gaetano Savatteri, pubblicato da Sellerio nel 2009. Monica Bellucci, intervistata da Alfonso Signorini per il settimanale "Chi" ora in edicola, aggiunge: «In questo lavoro la fortuna di sperimentare ce l'hai quando arrivano le proposte. Ciò che mi affascina di più è avere registi che arrivano con proposte che mi sorprendono».

Il regista Mimmo Calopresti ha fatto leggere a Monica Bellucci laUno per tutti sceneggiatura ispirata al libro, scritta dallo stesso Calopresti e da Monica Zapelli, la scrittrice che ha firmato molti film di successo, tra cui "I cento passi" di Marco Tullio Giordana. La storia è quella di quattro amici – tre uomini e una donna uniti da un antico segreto d'infanzia – che si ritrovano insieme dopo molto tempo per aiutare uno di loro che sta attraversando un dramma familiare.

Ma dopo essersi ritrovati, emergono gli incubi del passato e soprattutto vengono messe in luce le cose che li hanno uniti e che ora sembrano dividerli.

Mimmo CaloprestiUna vicenda che ha affascinato la diva italiana, decisa a lavorare con Mimmo Calopresti, cineasta di grande prestigio, autore di film come "La seconda volta" (con Nanni Moretti e Valeria Bruni Tedeschi), "Preferisco il rumore del mare" e di documentari come "La fabbrica dei tedeschi", dedicato alla tragedia della Thyssen di Torino o "La maglietta rossa", sulla finale di Coppa Davis del 1976 quando Adriano Panatta inscenò una forma di protesta contro il regime di Pinochet.

Le riprese sono previste a settembre. Monica Bellucci sarà l'unica protagonista femminile del film, un ruolo per il quale ha deciso di tornare sui set italiani. «Per un ruolo - precisa la diva nell'intervista a "Chi" - che non avrei mai immaginato. Non mi crea problemi invecchiare sullo schermo, se il ruolo è bello. La fortuna è che noi attori non andiamo mai in pensione. Se sei pronta a metterti ogni volta in gioco, è bello che il gioco continui».

 

Newsletter di Malgrado Tutto Web