Sciacca ricorda Ignazio Russo, il “poeta del popolo”

|




“Poeta popolare nel senso più genuino della parola – ha detto di lui lo storico Salvatore Cantone…”

Ignazio Russo

A Sciacca la biblioteca comunale “Aurelio Cassar” ricorda Ignazio Russo, poeta saccense, nel giorno in cui ricorre l’anniversario della morte, avvenuta il 13 ottobre 1980. Aveva 52 anni.

Ignazio Russo è nato a Sciacca il 24 dicembre 1928. È ricordato – anche nel monumento collocato nella Villa Comunale – come il “poeta del popolo”. “Poeta popolare nel senso più genuino della parola – ha detto di lui lo storico Salvatore Cantone – sia perché figlio del popolo, sia perché del popolo ha le caratteristiche fondamentali: l’ingenuità, l’arguzia, la bonomia, l’umore, l’attitudine a parlare per sentenze”.

Ignazio Russo è stato poeta e uomo di spettacolo: oltre a recitare i propri componimenti in varie piazze di Sicilia, è stato anche componente del gruppo folcloristico “Li Burgisi”. I suoi libri (tra cui Sicilia meli e feli, che ha anche dato il nome a una trasmissione della Rai) sono custoditi nella Biblioteca comunale “Aurelio Cassar”.

Una pagina dedicata a Ignazio Russo – con una nota biografica – è stata inserita oggi nel nuovo spazio della Biblioteca comunale creato all’interno del sito internet istituzionale del Comune di Sciacca (www.comunedisciacca.it). Ignazio Russo si aggiunge allo storico Ignazio Scaturro nella galleria dei “personaggi illustri” saccensi in continuo aggiornamento..

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *