Scenari. Grillo spera di cuocere Bersani a fuoco lento

|




Le maggioranze impossibili. Chi governerà l’Italia? E se la Grecia fosse più vicina di quanto non si voglia credere?

altIl voto consegna un quadro di instabilita’ preoccupante. Nessuna maggioranza al Senato, un Pd molto debole, un Bersani suonato, Grillo molto forte, forse troppo forte, e Berlusconi che rischia di essere irrilevante. La situazione e’ di difficile soluzione, il modello Sicilia invocato da molti,appoggio del Movimento Cinque Stelle al Centrosinistra legge per legge, di difficile applicazione visto che a differenza d Palazzo dei Normanni in Parlamento la fiducia deve essere annunciata.

 

Grillo non sembra avere molta voglia di fare da stampella al Pd, probabilmente spera di cuocere Bersani a fuoco lento e di prendersi la maggioranza la prossimo giro. all’orizzonte non ci sono grandi figure di mediazione, Renzi non intende farsi immolare sull’altare di una partita che durera’ con ogni probabilita’ un tempo troppo breve. Per il Presidente Napolitano non sara’ dunque facile scegliere, qualcuno pensa gia’ di prolungare il mandato di Monti, eleggere il nuovo Capo dello Stato, cambiare la legge elettorale e poi di nuovo alle urne, tra sei mesi o in coincidenza con le europee. Comunque vada con la disoccupazione giovanile al 50 per cento nel meridione, la Grecia è molto piu’ vicina di quanto non si voglia vedere, è già qui, ed è drammatico che una Europa che finge di dirsi unita, assista cinica e silenziosa al dramma dei nostri fratelli ellenici, impoveriti al punto da non avere più garantita neppure l’assistenza sanitaria, prova lampante di un’Europa che non c’è, apripista drammatica di un’altra unità: quella della miseria che sta inghiottendo giorno dopo giorno fette sempre più grandi del vecchio continente.

Luigi Galluzzo

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *