Scala dei Turchi, assalto alla marna bianca

|




Turisti e bagnanti se la portano via a pezzetti. Gaetano Pendolino, amministratore del Distretto Turistico Valle dei Templi, lancia l’allarme e scrive all’assessore Sgarlata.

La Scala dei Turchi

La Scala dei Turchi

“Ieri ho visto alcuni bagnanti e turisti portare via pezzetti di marna bianca, ma nessuno che li abbia multati perchè non prevedere un servizio per reprimere questo fenomeno? “

E’ la testimonianza raccolta dall’ amministratore del Distretto Turistico Valle dei Templi, Gaetano Pendolino, qualche giorno fa, il quale, in una lettera inviata all’assessore regionale al Territorio Mariarita Sgarlata, e ai sindaci di Realmonte e Porto Empedocle, Puccio e Firetto, manifesta grande preoccupazione per un fenomeno che, a quanto pare, risulta difficile tenere sotto controllo.

“Gentile Assessore Sgarlata-scrive nella lettera Pendolino-oggi più che mai risulta necessario salvaguardare quello che abbiamo nel tentativo di rendere poi economicamente sostenibile il nostro territorio.

Purtroppo però alle inconsistenze programmatorie, che ad oggi hanno relegato la nostra terra tra quelle più sottosviluppate, si aggiunge una inconsapevole incultura che distrugge le parti più belle che madre natura ci ha lasciato.
È il caso della Scala dei Turchi, che lei ha avuto l’opportunità di visitare, accompagnata dal Sindaco Puccio, che oggi rischia di essere distrutta irrimediabilmente con riti che si consumano tutti giorni ad opera delle decine di migliaia di fruitori inconsapevoli dell’unicità del bene che calpestano.
Mi permetto di riportarle una testimonianza perché possa intraprendere tutte le azioni utili, ove necessario anche il piantonamento con pesanti sanzioni, ad opera della capitaneria di porto.
Ecco la testimonianza alla quale non possiamo rimanere insensibili : “Ieri ho visto alcuni bagnanti e turisti portare via pezzetti di marna bianca, ma nessuno che li abbia multati perchè non prevedere un servizio per reprimere questo fenomeno? “
Ne ho già parlato con il sindaco Piero Puccio, che ci legge in copia, ma mi testimonia una sua impossibilità a gestire tale fenomeno per via della presenza in organico di due soli vigili che giustamente hanno anche altre incompetenze.
Gaetano Pendolino

Gaetano Pendolino

Lo scorso anno Legambiente-prosegue Pendolino- con un’azione che abbiamo condiviso e sostenuto, ha organizzato due campi estivi della durata di circa 30 giorni con attività di sensibilizzazione e comunicazione destinata alla salvaguardia di questo straordinario patrimonio.

Come lei potrà ben capire non sono sufficienti le azioni di volontariato ma sono necessarie attività programmate di gestione del sito per la corretta fruizione e la salvaguardia.
Pertanto faccio appello alla sua sensibilità per una urgente azione a salvaguardia di questo bene che ci auguriamo possa essere ricompreso, con la speranza che ne arrivi a quella data ancora qualche residuo, tra i beni patrimonio dell’umanità .
Con la certezza-conclude l’amministratore del Distretto turistico Valle dei Templi- di una sua celere azione colgo l’occasione per porgerle cordiali saluti”.
Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *