Sambuca, Boldrini: “Non mi chiuderò mai nel Palazzo”

|




Conferita alla presidente della Camera la cittadinanza onoraria di Sambuca di Sicilia. “Il suo impegno e la sua dedizione sono di esempio alla città, terra di accoglienza e solidarietà”.

La presidente della Camara con il sindaco Ciaccio

La presidente della Camara con il sindaco Ciaccio ed il prefetto Diomede

“Per la coerenza con la quale indica alle giovani generazioni che la piena cittadinanza per ogni essere umano è diritto inalienabile sancito dalla nostra costituzione; il suo impegno e la sua dedizione sono di esempio alla città di Sambuca, terra di accoglienza e solidarietà, che intende rispettare e realizzare i principi costituzionali operando coerentemente nella quotidiana prassi civica”: questa la motivazione con cui ieri settembre il sindaco di Sambuca di Sicilia, Leo Ciaccio, ha conferito la cittadinanza onoraria alla presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini.

In un teatro comunale gremito, alla presenza del Consiglio comunale, dei sindaci dei paesi vicini e di autorità istituzionali e religiose, tra cui il prefetto Nicola Diomede ed il vescovo monsignor Francesco Montenegro, così la presidente Boldrini, visibilmente commossa, ha dichiarato: “… La vostra generosità è evidente, mi riempie di calore umano e di questo vi sono molto grata. Ringrazio tutti… Oggi  mi sento veramente a casa circondata di affetto… Non sarò mai una “vestale” delle istituzioni, una presidente avulsa dai problemi del Paese, sarò sempre in piazza tra le persone, dove c’è bisogno, tra i senza lavoro, tra i disabili, nelle carceri. Ho recepito insieme a tanti altri il messaggio di papa Francesco: “No alla globalizzazione delle differenze”… Per le associazioni delle donne a Montecitorio ci saranno sempre “porte aperte”>>.

boldrini 1

La presidente ha inoltre ricordato che la Sicilia è riuscita a creare una rete di solidarietà per dare voce ai più poveri e ai più sfortunati e che il Mediterraneo è diventato una culla di accoglienza.

Ricordiamo che Laura Boldrini è sempre stata inoltre in prima linea a battersi per la parità delle donne, contro gli atteggiamenti sessisti e contro il femminicidio.

Come ha evidenziato la capogruppo di maggioranza Antonella Maggio, questo conferimento di cittadinanza onoraria si inserisce nel solco dei riconoscimenti dati dal Comune alle donne. Infatti, la prima cittadinanza onoraria è stata attribuita a Franca Viola, donna simbolo del Novecento; la seconda a Laura Boldrini, donna simbolo del XXI secolo.

Sambuca di Sicilia, che nell’agosto scorso è diventato uno dei Borghi più belli d’Italia, ha nel suo territorio anche un centro di accoglienza per gli immigrati e, purtroppo, ha dato sepoltura nel suo cimitero a cinque salme di profughi periti nelle tragiche traversate della speranza.

boldrini 3

Il sindaco Leo Ciaccio ha infine ricordato che questa cittadina è una terra di emigrazione e che è stata dichiarata “un luogo della memoria”: “l‘impegno e la dedizione di Laura Boldrini su queste tematiche costituiscono un esempio per tutti gli abitanti, per cui il conferimento della cittadinanza, oltre ad essere un’onorificenza, è soprattutto un gesto sincero e condiviso”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *