Roncalli, una scuola che cresce in qualità e competenze

|




L’Istituto, nato nell’anno scolastico 2000/2001, è sorto dalla fusione di due istituzioni scolastiche preesistenti : la Direzione Didattica Roncalli, composta da due plessi di scuola elementare e da uno di scuola materna, e la scuola media V.E. Orlando.Stefana Morreale
L’Istituto così formato, con un’utenza di 668 alunni, presenta al suo interno caratteristiche di notevole eterogeneità dovute, sia alle diverse fasce di età degli alunni, sia alle differenti realtà socio-culturali presenti nel territorio.
Ogni anno il Collegio Docenti attiva diverse Commissioni che hanno lo scopo di agevolare e migliorare il funzionamento del servizio educativo-didattico, attraverso la scelta di criteri e strategie idonee a rispondere alle esigenze dell’utenza, valorizzando le risorse presenti. L’istituto è dotato di aule multimediali, attrezzature per cineforum, lavagne interattive multimediali laboratorio scientifico, laboratorio musicale, palestrae aula di psicomotricità.
La Scuola Secondaria di 1° grado è ad indirizzo musicale, con la possibilità, per gli alunni, di studiare uno strumento, a scelta, tra chitarra, clarinetto, pianoforte e tromba.
La frequenza è di un’ora settimanale e le lezioni, individuali, si svolgono in orario pomeridiano.

 

 

L’attività, soggetta a valutazione, come tutte le altre discipline di studio, si completa con gratificanti manifestazioni pubbliche nelle quali il valore altformativo dell’esibizione si fonde, spesso, con la dimensione ludica della”musicad’insieme”. È necessario puntualizzare che il rispetto delle finalità generali di carattere “orientativo” della Scuola Secondaria di 1° grado, non esclude la valorizzazione delle eccellenze proprio in detto settore. Molti sono gli alunni che danno prosecuzione agli studi musicali con la frequenza nei conservatori, la cui funzione è quella di completamento e perfezionamento del corso di studi.La scuola opera in sinergia con il territorio e promuove iniziative volte a valorizzare le radici culturali e della memoria storica locale con innovazioni nella qualità didattica; sviluppare la capacità della scuola di diventare centro propulsore per migliorare la qualità della società in cui è inserita. Molteplici le modalità operative: realizzazione di attività con soggetti esterni per l’integrazione della scuola con il territorio (Asl, Servizi Sociali, Enti ed Associazioni, Teatri, Parchi, Università); utilizzo di attività stimolanti (visite, uscite…); realizzazione di esperienze interdisciplinari di conoscenza e di integrazione con il territorio; produzione di risultati tangibili (Pubblicazioni, mostre……) Intese, accordi di rete, convenzioni, partecipazione ad iniziative comuni, confronti e scambi. Per quanto riguarda gli strumenti operativi va rilevato che rientrano in questo ambito, quali concreti interventi per l’ampliamento e il miglioramento altdell’offerta formativa, attività svolte in collaborazione con altre scuole e con il territorio. Collaborazione con le scuole collegate in rete, denominata “Demetra”, per la realizzazione di progetti comuni e per la realizzazione di iniziative di formazione sia per i docenti che per il personale ATA. Collaborazione con l’Istituto professionale per i servizi turistici e commerciali “N. Gallo” di Agrigento e con altre scuole collegate in rete per la realizzazione di un progetto di educazione alla legalità finanziato dall’Assessorato ai Beni Culturali e Ambientali e della Pubblica Istruzione della Regione Sicilia. Collaborazione con il I Circolo Didattico di Agrigento e altre scuole della provincia collegate con accordo di rete denominata “Artigianato educativo”. Collaborazione con la Scuola media “Galilei” di Raffadali e con altre scuole collegate in rete per la realizzazione di progetti comuni, per la realizzazione di iniziative di prevenzione della dispersione scolastica. Relativamente alla continuità e all’orientamento si è sicuramente rilevato molto utile il raccordo metodologico con le scuole secondarie della provincia e con enti di formazione professionale, unitamente alla collaborazione con enti, ssociazioni e aziende per visite e attività legate alle scelte future degli allievi. Collaborazione che non è mancata anche nelle atività di integrazione del curricolo che ha visto la nostra scuola interagire proficuamente con Enti pubblici e associazioni di volontariato. Va, infine, sottolineato, che questo è il sesto anno in cui viene inserito nel Piano dell’Offerta Formativa il Premio Racalmare “Leonardo Sciascia/Scuola”. Il progetto intende sollecitare gli alunni alla lettura, in quanto è ormai risaputo che i ragazzi non leggono, o leggono molto poco, presi da altri interessi.La scuola, d’intesa con l’Amministrazione Comunale, formula il Bando. Le Case Editrici partecipano con libri destinati alla fascia d’età altcompresa tra gli 11 ed i 14 anni. Presidente della Giuria è lo scrittore e giornalista Gaetano Savatteri, segretaria del Premio la Professoressa Mariangela Arnone. La giuria dei lettori seleziona tre opere finaliste ii cui autori sono invitati ad essere presenti. E’ in questa seduta che sceglie, con voto segreto, l’opera ritenuta migliore, a cui viene aggiudicato il Premio.Quest’anno il Premio Racalmare si è rinnovato ed arricchito con l’introduzione di un elemento di novità: l’apertura di un Blog ” www.premioracalmare.blogspot.com”.Si tratta di una vetrina di racconti inediti e poesie prodotti dai ragazzi.A tutti i ragazzi della scuola viene offerta l’opportunità di votare l’opera ritenuta più valida (poesia o racconto).Ai tre finalisti vengono consegnati i romanzi dello scrittore Leonardo Sciascia ed una certificazione valida come “credito scolastico”L’Istituto Comprensivo “A.Roncalli” è una scuola che cresce in qualità e competenze…

 

Stefana Morreale

Dirigente scolastico

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *