Riemergono dall’oblio cinque importanti dipinti

|




Appartengono a due chiese di Racalmuto.Ritrovati durante dei sopralluoghi sono stati restaurati e restituiti alla collettività. Saranno in mostra al Castello Chiaramontano dal 5 giugno al 30 settembre.

mostra peruti e ritrovati

Proseguono le attività del Castello Chiaramontano di Racalmuto. Ieri è stata inaugurata  la mostra fotografica di Charley Fazio dal titolo “Con l’isola dentro – viaggio tra genti e luoghi di Sicilia”.

Leopere fotografiche di Fazio esprimono la sicilianità attraverso i volti, gli sguardi, l’umanità identificata nei luoghi e nei personaggi, come palcoscenici di vita narrata con atmosfere di sofferta bellezza.

”…che sia una festa paesana o una cerimonia nuziale, il volto di un vecchio, la cupola maiolicata di una chiesa o lo sguardo di una donna, lo squallore di un angolo di strada, quello scatto ferma la realtà e ne fa ricordo – il miglior ladro è l’occhio” diceva Glauco Cortini”.

La mostra, già proposta nel mese di Maggio in Portogallo, rimarrà visibile al pubblico presso le sale espositive del Castello Chiaramontano fino al 30 Giugno.

A seguire l’evento espositivo di Giovedì 5 Giugno 2014, alle ore 11.00, in cui avrà luogo l’inaugurazione della mostra: “Perduti e Ritrovati: dipinti restaurati dalle chiese di Racalmuto”.

L’iniziativa è stata ideata e realizzata dalla Soprintendenza per i Beni culturali e ambientali di Agrigento diretta dalla dottoressa Caterina Greco,  con il coordinamento tecnico dell’architetto Angelo Di Franco,  in collaborazione con la Curia Arcivescovile di Agrigento e con il Comune di Racalmuto . Rendere fruibile una parte finora non valorizzata del patrimonio storico-artistico della città attraverso iniziative di tutela e valorizzazione improntate alla legalità e alla trasparenza significa avviare un percorso di risveglio culturale, sociale e civile, attraverso il recupero, il restauro e la fruizione di un piccolo ma prezioso nucleo di opere d’arte.

Racalmuto veduta dal Castello foto di Charley Fazio

Racalmuto veduta dal Castello foto di Charley Fazio

Si tratta di cinque dipinti appartenenti a  due chiese di Racalmuto, per molto tempo avvolti nell’oblio e ritrovati nel corso di alcuni sopralluoghi effettuati dai tecnici della Soprintendenza di Agrigento nel Giugno 2010; essi sono oggi sono restituiti alla vita e all’ammirazione da un restauro che ne recupera l’originaria identità, e permette di riconquistarne la memoria perduta,  testimoniata finora soltanto da antichi documenti d’archivio, ponendo un importante tassello nella tutela del nostro patrimonio storico-artistico e rivitalizzando l’identità storica e culturale del territorio di Racalmuto.

Il restauro ha ridato un volto, un nome, in alcuni casi anche un autore, a questi dipinti finora inaccessibili, offesi dal tempo, dalle intemperie e dalle contrastate vicende storiche e urbanistiche della città tra il XVII e il XVIII secolo.

Direzione artistica Piero Baiamonte. Catalogo: Edizioni Lussografica – Caltanissetta

La mostra rimane aperta fino al 5 settembre orari di apertura: tutti i giorni, compreso la Domenica, dalle ore 9,00 alle 13,00 dalle ore 16,00 alle 20,00

per info: 0922948820 – mail: castello-chiaramonte@comune.racalmuto.ag.it

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *