Rete Regionale Aperta, il presidente della Croce Rossa ringrazia enti e volontari

|




Oggi la conferenza stampa, Rosario Velastro ha sottolineato  gli ottimi risultati raggiunti dal progetto.

Rosario Velastro

Rosario Velastro

Questa mattina, presso la sede dell’ Assessorato Regionale alla Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro si è tenuta una conferenza stampa per fare il punto sul progetto Rete Regionale Aperta che ha istituito nelle nove province dell’Isola nove “antenne territoriali” allestite presso le sedi provinciali della Croce Rosse Internazionale. All’incontro con la stampa erano presenti, oltre ai vertici del Dipartimento alla Famiglia, anche numerosi operatori della Croce Rossa e dell’Unar.

Il presidente regionale della Croce Rossa, Rosario Valastro, nel corso del suo intervento ha voluto sottolineare gli ottimi risultati ottenuti in questi mesi di promozione del progetto Rete Regionale Aperta. Migliaia di utenti hanno aderito alla campagna #mollettarossa inondando i social network di “selfie” per dire no a tutte le discriminazioni. Valastro ha colto l’occasione per ringraziare tutti gli enti e i volontari che si sono adoperati per promuovere la cultura della tolleranza e del rispetto del diverso.
Per conto dell’UNAR, ufficio nazionale anti discriminazioni razziali è intervenuta Olga Marotti, esperta dell’agenzia, che ha parlato della necessità di fare rete per costruire una società all’insegna del rispetto e della valorizzazione delle differenze. Ed in questo senso – per la Marotti – la Rete Regionale Aperta rappresenta un importante spazio di confronto ma soprattutto di intervento a tutela di quelle fasce sociali più deboli.
L’assessorato regionale alla Famiglia è stato rappresentato dal Dirigente Generale Maria Antonietta Bullara che ha ribadito con forza la volontà delle istituzioni siciliane di voler sviluppare e promuovere nuove politiche finalizzate a sconfiggere la cultura delle discriminazione. L’obiettivo dell’Assessorato Regionale è stato di porre in essere una più ampia strategia finalizzata alla costruzione di una vera cittadinanza solidale per la reale promozione della dignità e del benessere dei cittadini.
Tutti i cittadini a rischio discriminazione possono dunque contare su una rete di assistenza efficiente, operativa in tutta la Sicilia, e destinata crescere ulteriormente. Su Facebook continua la campagna “molla i pregiudizi – sostieni le differenze”: con un selfie, utilizzando l’hashtag #mollettarossa tutti potranno manifestare il proprio no ad ogni forma di discriminazione.
Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *