“Ragazzi prendete in mano la vostra vita”

|




Racalmuto. Una riflessione della Psicologa Luisa Agrò a margine del convegno “Il Mondo Giovani­le tra vecchie e nuo­ve dipendenze”.

Luisa Agrò

Posso dire di essere soddisfatta della riuscita del convegno non mi aspettavo una così alta partecipazione, essendo un tema molto delicato sul quale spesso ci si nasconde o si negano le evidenze.

Molte sono le  implicazioni sociali, familiari e relazionali che vive un giovane o un adulto con problemi legati alla dipendenza, qualunque essa sia da quella da sostanze psicotrope a quella definita sine substantia, come sono molti anche i fattori di rischio che possono determinare l’insorgenza di comportamenti legati all’abuso o alla dipendenza.

Ai ragazzi vorrei augurare di prendere in mano la propria vita e di costruire relazioni sane chiedendo aiuto agli adulti per qualsiasi difficoltà o situazione che sentono stressante perché la vita è  una sola.

Alle famiglie che, come ha sottolineato durante il suo intervento il maresciallo dei Carabiniere Alessandro Costa, erano assenti invece vorrei dire di non delegare alle istituzioni il sostegno per la crescita sana dei propri figli ma di ascoltare di più le loro esigenze e sostenerli nella crescita perché la famiglia è il primo contesto dal quale inizia a prendere forma la nostra personalità.

Le foto del Convegno

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *