Racalmuto, salvi i conti. E i posti di lavoro?

|




Il paese al primo posto tra gli otto comuni italiani “salvati” dalla Corte dei Conti

Scorcio_RacalmutoComune di Racalmuto promosso. Nel viaggio nell’Italia dei campanili e dei conti che non tornano (pubblicato recentemente nella rivista Il Mondo) il Comune, che da oltre due anni è amministrato da una Commissione prefettizia dopo lo scioglimento per infiltrazione mafiosa, arriva al primo posto tra i “salvati”. Vale a dire che l’ente non fa parte dei comuni a rischio fallimento. Sono otto i municipi italiani a cui la magistratura di controllo ha approvato il piano di riequilibrio finanziario. Racalmuto (a sinistra uno scorcio nella foto di Sergio Rizzo) è il primo in lista, seguito da Campione d’Italia, Catania, Chieti, Battipaglia, Rieti, Frosinone e Potenza.

galeani_racalmuto

Il Commissario Enrico Galeani

Tuttavia questi otto comuni salvati dalla Corte dei conti – secondo quanto scrive il settimanale economico del Corriere della seraandranno incontro a un decennio di austerity e sacrifici. Ma il peggio è stato evitato, almeno fino ad ora.

Al Palazzo di città e in una giornata tipicamente primaverile, la Commissione tira un sospiro di sollievo, ma non del tutto:“Dobbiamo pensare però di salvare non solo i conti, ma i posti di lavori – commenta Enrico Galeani, presidente della Commissione straordinaria – stiamo tentando di far convocare incontri specifici alla Regione. Il problema dei precari – dice – va risolto a Palermo e non nei comuni che rischiano giorno dopo giorno il dissesto”.

Altri articoli della stessa

One Response to Racalmuto, salvi i conti. E i posti di lavoro?

  1. Vittoria IUzzolini Rispondi

    21 marzo 2014 a 18:38

    Ho sempre definito gli abitanti di questo bel paese: ” Gente Perbene di Sicilia” e non ritenevo giusto che fosse assimilato ad un paese mafoso , solo per la presenza di pocho individui di malaffare.
    La Racalmuto che è rimasta nel mio cuore è fatta di gente semplice che ama la cultura e le tradizioni, di giovani pieni di entusiasmo , di politici che si impegnano per la crescita culturale dei propri concittadini, di una scuola aperta al territorio.
    Sono contenta che per la vita politica e sociale di Racalmuto stia soffiando di nuovo il vento di primavera e auguro a tutti un futuro di prosperità e di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *