La corsa per il sindaco. Adile: “Avanti tutta”

|




ELEZIONI. L’urologo Biagio Adile conferma la sua intenzione di andare alla campagna elettorale. Emilio Messana alle prese con gli equilibri della coalizione con Pd, Ncd, Mpa e Udc. 

“Andrò avanti per la mia strada, sto già lavorando alla lista e alla squadra di assessori”. Ribadisce la sua candidatura a sindaco di Racalmuto il medico Biagio Adile che stamattina in paese ha incontrato sostenitori e responsabili di movimenti e partiti. “Confermo il mio impegno per Racalmuto – ci ha detto Adile – e nei prossimi giorni tenterò ancora di unire quelle forze sane che abbiano a cuore le sorti di tutto il paese e non di gruppi chiusi o di alleanze antiche”.

Biagio Adile stamattina a Racalmuto

Biagio Adile stamattina a Racalmuto

Nei giorni scorsi, a Malgrado tutto, Adile aveva espresso alcune perplessità sulla decisione di scendere in campo. Ma oggi, dopo alcuni incontri con diversi esponenti della politica cittadina e della società civile, gli ultimi dubbi si sono sciolti. “Bisogna credere ad un vero lavoro di squadra – ha detto Adile – che coinvolga tutti senza pregiudizi. E’ un momento particolare per il paese: a breve apriremo in piazza la sede del nostro comitato elettorale, accoglieremo proposte da parte dei cittadini”.

Al lavoro anche il candidato sindaco Emilio Messana che per stasera, alla “Casa del popolo”, ha convocato un incontro con i rappresentanti della coalizione che lo sostiene. “E’ un momento importante per la nostra comunità – ha detto Messana – e cercheremo di mettere assieme i punti del programma stabilendo anche i criteri per le candidature”.

Messana, dopo che il Pd si è ritrovato sul suo nome, deve trovare gli equilibri dentro la coalizione che lo sostiene. L’ala renziana del partito, uscita di fatto sconfitta dal tormentato dibattito interno, ha posto come condizione per un leale sostegno che non siano presenti in lista ex consiglieri comunali. Una condizione che punta a sbarrare la strada in primo luogo all’ex segretario locale Salvatore Sardo e al leader del Ncd di Racalmuto Carmelo Collura, entrambi componenti dell’ultimo consiglio comunale prima dello scioglimento per infiltrazioni mafiose.

Inoltre i renziani – che esprimono  il segretario del Pd Vincenzo Maniglia – considerano Emilio Messana il candidato dell’intera coalizione e non del Pd, chiedendo in cambio tre assessorati nella squadra della giunta. Una richiesta che sarà difficile far digerire agli alleati di coalizione.

Altri articoli della stessa

6 Responses to La corsa per il sindaco. Adile: “Avanti tutta”

  1. Calogero Taverna Rispondi

    3 aprile 2014 a 16:19

    Mi chiedo: è in grado Adile di raccogliere 250 firme almeno per presentare la sua lista? Quindici consiglieri fra cui sei donne forse riuscirà a racimolarli, ma quanti cedimenti dovrà fare a quelle parti che alquanto impoliticamente finisce col dichiarare “non sane” Comunque do il mio personale benvenuto nell’agone politico racalmutese: vinca il migliore!

    Il giovane ZAMBITO panepintiano segretario provinciale del PD ha l’obbligo, oltre che etico e politico, anche civile di chiarire publice le sue ragioni nell’avere pretermesso la istanza a candidarsi sindaco del PD del compagno Calogero Taverna; soprattutto non può sottrarsi all’obbligo di precisare publice se risponde al vero che intende pretermettere dalla lotta per la conquista del Comune di Racalmuto i compagni Totò Sardo e Carmelo Brucculeri.

  2. Calogero Giglia Rispondi

    3 aprile 2014 a 17:16

    Solo per smentire la notizia che, i renziani abbiano chiesto tre assessorati nella squadra della giunta.
    Peraltro, ritengo, sia anche STUPIDO, pretendere tre posti in una giunta, formata da quattro Assessori.
    La notizia non è credibile ed è assolutamente falsa.

    Calogero Giglia

    • Redazione Rispondi

      3 aprile 2014 a 17:20

      Grazie della precisazione. Se non sono tre, quanti posti hanno invece chiesto i renziani nella squadra del candidato Messana?

      • Calogero Giglia Rispondi

        3 aprile 2014 a 17:38

        nessun posto.
        Così, mi ha consigliato un amico comune.

  3. pippo Rispondi

    3 aprile 2014 a 19:17

    apriremo in piazza la sede del nostro comitato elettorale, accoglieremo proposte da parte dei cittadini”.Signor Adile solo adesso sa accogliere le proposte dei cittadini perche non si preoccupava prima,giorni,mesi,anni….

  4. Calogero Taverna Rispondi

    3 aprile 2014 a 20:01

    Simpatiche queste schermglie. L’amico Calogero si reputa dunque un renziano di ferro e più che parlare come voce del padrone, mi pare che parli da padrone di un partito in cui per esperienza semisecolare non mi risulta vi siano mai stati “padroni”. Forse ora come partito democristianizzato la musica è radicalmente cambiata. Ho avanzato domanda scritta per concorrere alla sindacatutura di questo Comune sotto la veste del PD. HO annesso un programma molto impegnativo e rivoluzionario. Il padrone renziano ne sa nulla? Ha nulla da comunicarmi? Visto che Emilio ormai avrebbe vinto (salvo sgambetto all’ultimo momento) la corsa alla sindacatura può tenere conto magari in subordine delle mie umiliate richieste?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *