Racalmuto, il Piano Regolatore rompe il letargo dei politici

|




In molti si sono ritrovati oggi per discutere sul nuovo strumento urbanistico

                                                    Un dibattito tra esponenti dei partiti di Racalmuto. Una riunione per discutere del Piano Regolatore Generale del Comune le cui scelte dei tecnici hanno scatenato, nei giorni scorsi, polemiche tra i cittadini. E mentre sulle idee del Prg, su come cambiare il volto di piazze e strade del paese, i giovani discutono e si confrontano su facebook (sulla piazza Castello, oper esempio, continuano le richieste pubbliche per evitare quel parcheggio nel salotto cittadino), oggi i rappresentanti di alcuni Partiti come Carmelo Collura del Nuovo Centro Destra di Alfano, Carmelo Mulè dell’Udc, Vincenzo Maniglia del Pd e Luigi Capitano di Sel, accompagnati da numerosi esponenti e militanti dei partiti, si sono incontrati per avanzare le “osservazioni” al Piano.

C’erano anche alcuni giovani che si preparano per le prossime amministrative, pronti a candidarsi in una lista civica. I partiti formalmente hanno dato incarico a tecnici ed esperti del settore ad avanzare le loro osservazioni al Prg entro il 13 gennaio. Secondo i numerosi ex amministratori ed ex consiglieri comunali presenti all’incontro che si è svolto nella “Casa del Popolo” di via Garibaldi, i tecnici non hanno considerato le direttive dell’ex Consiglio comunale.

Intanto nei giorni scorsi il comitato “Articolo 1” ha incontrato, nei locali del bar Lo Spaccone, cittadini, operai e rappresentanti di categorie sociali per discutere del Piano regolatore.

S.P.


Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *