Racalmuto, Guagliano vice presidente del Consiglio

|




Seduta dai toni cavallereschi tra maggioranza e opposizione. Gli scontri di una volta sembrano un ricordo lontano. Durerà?

Giuseppe Guagliano

Giuseppe Guagliano

E’ stata la giornata delle votazioni a scrutinio segreto, ben tre nella stessa seduta. Il secondo consiglio comunale di Racalmuto si apre con una sospensione di dieci minuti poichè non si riesce a raggiungere l’accordo circa la carica di vicepresidente del consiglio. La maggioranza, per la seconda volta, offre la responsabilità della funzione ai consiglieri dell’opposizione che rinunciano a ricoprire tale incarico. Riprende la seduta e subito si passa alla votazione segreta. Con dieci voti a favore e cinque astensioni, viene eletto vicepresidente del consiglio Giuseppe Guagliano, tra gli applausi di tutti, giunta e consiglieri e qualche eco di disapprovazione da parte del pubblico presente.

consiglio 7

La seduta va avanti col secondo punto all’ordine del giorno e cioè l’elezione dei rappresentanti la Commissione Elettorale Comunale (CEC). E’ la seconda votazione a scrutinio segreto che, allo spoglio – presenti gli scrutatori, nominati tra i consiglieri – vede eletti rappresentanti titolari i consiglieri: Gagliardo, Piscopo e Zucchetto. In seguito verranno eletti – è la terza votazione – i sostituti, rappresentati dai consiglieri Morgante, Pagliaro e Romano.

consiglio 2

Il terzo punto, l’approvazione del regolamento del consiglio comunale, con parere unanime, viene aggiornato alla prossima seduta. Si conclude, così, il secondo incontro di un consiglio comunale, dai toni pacati, quasi collaborativi, cavallereschi,  tra maggioranza e opposizione, che non ricordano neanche lontanamente le vecchie riunioni del passato, dove gli scontri erano ordinaria amministrazione. Non so se questo sia un bene o un male…Staremo a vedere.

Nelle foto di Salvatore Alfano alcuni momenti della seduta.

consiglio 6

Altri articoli della stessa

One Response to Racalmuto, Guagliano vice presidente del Consiglio

  1. Enzo sardo Rispondi

    3 agosto 2014 a 10:56

    Caro Totò ti ricordo che siamo nel paese di Leonardo sciascia per cui sono convinto che il principio essenziale di questa città debba essere la libertà e la verità, quindi finché descrivi la verità non avere preoccupazione perché siamo in molti anzi moltissimi ad essere vicino e solidale a te e alla libertà. A nessuno sarà concesso in questo paese ricreare condizioni di violenza e di prepotenza. Ricordo che racalmuto è davvero un paese straordinario dove tutti dobbiamo vivere serenamente in pace. Sarebbe bene che cretini e sbruffoni si restino a casa . In ogni caso Totò vai vanti siamo con te e con la tua splendida libertà di vivere in una bellissima cittadina. Arrivederci. Enzo sardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *