Racalmuto. Borsellino alla fine ha deciso: corre per sindaco

|




ELEZIONI. Mercoledì la presentazione della squadra: tanti giovani e nessun ex amministratore o consigliere. Giusi Casodino e Luigi Romano designati assessori. Domani conferenza stampa di Enzo Sardo.

Scioglie finalmente la riserva Carmelo Borsellino: mercoledì 16 aprile, alle ore 18,00 presso la sala convegni del Castello Chiaramontano verrà presentata dal suo movimento – che dovrebbe denominarsi Borsellino sindaco – la sua candidatura. In quell’occasione sarà presentata anche tutta la squadra degli assessori e l’intera compagine dei candidati al consiglio comunale, il simbolo ed il sito web del movimento. Poche le notizie che filtrano oltre quelle di cui ha già dato notizia il nostro giornale.

Da sx Carmelo Borsellino, Valentina Zucchetto, Luigi Romano e Cinzia Leone

Da sx Carmelo Borsellino, Valentina Zucchetto, Luigi Romano e Cinzia Leone

L’unica certezza è rappresentata dall’assenza di ex amministratori o consiglieri comunali dell’ultima legislatura, caratteristica peraltro comune al movimento Racalmuto domani. La carica di vicesindaco dovrebbe essere attribuita a Luigi Romano, geologo e docente della locale scuola media, mentre gli altri tre assessori dovrebbero essere tutte donne.

Si parla insistentemente dell’avvocato Cinzia Leone e, indiscrezione dell’ultimora, della psicologa Giusi Casodino, molto impegnata professionalmente nell’ambito dei servizi sociali a favore dei minori. Luigi Romano e Cinzia Leone dovrebbero anche essere candidati in consiglio comunale assieme, tra gli altri, a titolo personale Paolo Agrò, che nei giorni scorsi ha preso le distanze dal coordinatore cittadino del Nuovo centrodestra Carmelo Collura e Valentina Zucchetto, imprenditrice e giovane laureata in economia e commercio.

La campagna elettorale perde oggi uno dei candidati che, da più tempo, aveva manifestato le sue intenzioni sui social network, Giuseppe Brucculeri che ha annunciato pubblicamente il ritiro della sua candidatura.

Giornata di incontri ieri per il medico Biagio Adile che sta definendo la lista per il consiglio comunale che dovrebbe richiamare nel simbolo un’immagine della Sicilia con al centro Racalmuto e per l’ingegnere Angelo Cutaia, sostenuto da un gruppo di professionisti locali guidati dal geologo Nino Lauricella; sembrano invece affievolirsi le polemiche all’interno della coalizione che dovrebbe sostenere Emilio Messana alle prese con la decisione sul rinnovo totale o meno dei candidati al consiglio comunale.

Intanto si registra un nuovo intervento di Lillo Alaimo Di Loro (che segue quello di Simone Capraro), portavoce del movimento Racalmuto domani che, con una lunga nota, sottolinea l’importanza del dibattito sui temi della democrazia partecipativa e sul ruolo dei partiti animato sia dal nostro giornale sia dai blog Regalpetra libera e Parlo in foto che dalle tv locali. Alaimo si chiede “quanto i partiti, negli ultimi anni protagonisti indiscussi della gestione della cosa pubblica sono coscienti della loro responsabilità?  ma anche quanto i partiti in generale sono ormai adeguati ad affrontare i campbiamenti veloci e strutturali della società globale? O se non sia  piuttosto il caso di cambiare metodo, almeno a livello locale,  e di intravedere nuovi modelli politico culturali di riferiemnto più adeguati alle analisi del momento e al bisogno di crescita comune.

Gli assessori designati Lillo Alaimo Di Loro e Giusi Cino

Gli assessori designati Lillo Alaimo Di Loro e Giusi Cino

“Da questa premessa – continua – nasce  il laboratorio politico Racalmuto Domani, non per  il diletto di “quattro amici al bar” – in risposta ad una precedente nota di Emilio Messana (ndr) -, nè  per essere contro i partiti, quanto piuttosto per colmare le lacune che questi continuano a lasciare attorno a loro. E’ da questa consapevolezza – conclude – che abbiamo pensato ad un nuovo contenitore culturale e ideale dove possa avere luogo la elaborazione delle idee positive e le soluzioni per un paese diverso. Un laboratorio dove la gente sia nuova non tanto in senso anagrafico ma sopratutto perchè si è liberata da ogni posizione preconcetta, dalla propria ideologia di partenza e dai retaggi del passato. Un luogo dove ci si impegna a fare sul serio per il bene del paese ma dove non si perda la sana capacità di non prendersi troppo sul serio”.

Il movimento Racalmuto domani in una conferenza stampa fissata per domani pomeriggio alle 16,30 in Piazza Umberto I, illustrerà il suo programma con l’intervento di Enzo Sardo, i due assessori già designati Lillo Alaimo Di Loro e Giusi Cino ed i responsabili dei gruppi tematici che hanno elaborato il documento programmatico.

Altri articoli della stessa

One Response to Racalmuto. Borsellino alla fine ha deciso: corre per sindaco

  1. salvatore formoso Rispondi

    14 aprile 2014 a 22:21

    Caro CARMELO UN GROSSO IN BOCCA AL LUPO,MI CHIEDEVO:SEI COSCIENTE IN CHE AVVENTURA TI STAI CACCIANDO? CIò NON TOGLIE CHE SEI UN GRANDE E PER QUEL POCO CHE POSSO SARò CON TE,CREDICI NON PER ORGOGLIO PERSONALE MA PER UN FUTURO DIGNITOSO PER CHI VERRà DOPO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *