Racalmare, il sindaco Fantauzzo a Savatteri: “Mi impegno a trovare i soldi per il premio”

|




Il sindaco di Grotte Paolino Fantauzzo risponde alla lettera di Gaetano Savatteri, presidente del premio Racalmare-Leonardo Sciascia, che chiedeva conto delle magre risorse destinate dal Comune alla manifestazione. La lettera del sindaco è stata trasmessa ai giurati di selezione. Fantauzzo: “Questo premio ha un grande valore”

 Il manifesto del premio Racalmare 2013Il sindaco di Grotte Paolino Fantauzzo risponde alla lettera del presidente del premio Racalmare-Leonardo Sciascia. Fantauzzo prende l’impegno che nei prossimi bilanci di previsione saranno inseriti “appositi stanziamenti di spesa, perché questa amministrazione ci tiene sempre di più a confermare e valorizzare questo grande evento”. L’intenzione dell’amministrazione comunale, aggiunge il sindaco Fantauzzo, “per il futuro sarà senza dubbio quello di dare valore ancora più concreto alla propria attività culturale, anche perchè questo rientra tra le priorità del suo programma politico-amministrativo”.

La risposta di Fantauzzo è stata inviata a Gaetano Savatteri che lo scorso 29 settembre, in una lettera, aveva posto all’amministrazione comunale di Grotte alcune domande sul futuro del premio.

Partendo dalle notizie sulla sperequazione tra le risorse impegnate dal Comune sul premio Racalmare (1380 euro) e quelle (5 mila euro) liquidate all’associazione culturale di Aristotele Cuffaro, ideatore e organizzatore del premio di poesia dialettale Nino Martoglio, Savatteri aveva posto al sindaco una domanda: “La tua amministrazione crede veramente nel premio Leonardo Sciascia-Racalmare? Se è così, allora è bene che lo dimostri, non certo a me, ma ai cittadini di Grotte e alla comunità culturale nazionale, non fosse altro per rispetto ai nomi di coloro che mi hanno preceduto nella carica di presidente onorario: Leonardo Sciascia, Gesualdo Bufalino, Maria Andronico Sciascia, Vincenzo Consolo”.

E Savatteri proseguiva: “Ma per farlo è necessario che la tua giunta si impegni, recuperando risorse – pubbliche o private, non importa: dalle proprie casse o da sponsor privati oppure andandole a cercare presso altri enti pubblici – in modo da fornire al premio la macchina organizzativa e promozionale che merita. Solo così le parole diventano coerenti con le azioni. Altrimenti restano solo parole”.

In mancanza di impegni precisi, Savatteri annunciava che avrebbe rassegnato le sue dimissioni da presidente del premio Racalmare.

La lettera di Savatteri ha acceso un dibattito e una polemica che hanno visto numerosi interventi: da quello dell’assessore alla Cultura del Comune di Grotte Angelo Collura a quelli di alcuni componenti della giuria di selezione del premio come Linda Criminisi, Mimo Butera, Daniela Spalanca, Nino Agnello.

Nella risposta di Fantauzzo – che il presidente Savatteri ha trasmesso per conoscenza ai componenti della giuria di selezione del premio Racalmare – il sindaco sostiene che il premio “è per questo paese un grande valore culturale che vede partecipi un numero elevato di giovani, soprattutto con l’istituzione della giuria popolare che tu stesso hai voluto inserire nel contesto dello stesso premio, per favorire ancor di più lo sviluppo socio culturale della città di Grotte… La manifestazione del premio rappresenta per questo paese una grande occasione di incontro a livello culturale che questa amministrazione vuole continuare a portare avanti per affermare sempre più la sua crescita”.

Egidio Terrana

 

Per leggere la lettera di Gaetano Savatteri clicca qui sotto

http://www.malgradotuttoweb.it/prima-pagina/22-notizie-mt/2404-racalmare-savatteri-al-sindaco-di-grotte-qrilancia-il-premio-o-lascioq.html

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *