“Vado a Roma e porto il mio racconto al Papa”

|




E Viviana ha raggiunto il suo obiettivo

Viviana Giglia con Papa FrancescoIeri, con un bellissimo articolo di Anna Maria Scicolone, Malgradotutto ha raccontato la storia di Viviana Giglia,  la giovane trentenne di Licata, laureata in scienze dell’educazione, che dall’età di tredici anni convive con coraggio e grande determinazione con una mallattia genetica rara. Oggi apprendiamo con grande gioia dal collega Francesco Pira, che questa mattina Viviana Giglia ha consegnato  a Papa Francesco il suo racconto con cui ha vinto il secondo Premio del Concorso letterario nazionale intitolato “Un Premio al tuo racconto” organizzato da Disabili News. Il titolo del racconto è “Un legame profondo, inaspettato”. “Prima di partire-commenta Pira-Viviana  mi ha detto: io chiudo in una busta il mio scritto e lo porto al Papa il mio racconto…Magari lo legge. Lo ha detto-aggiunge Francesco Pira- e lo ha fatto. Ha mantenuto la promessa.

Viviana è una vera forza della natura ed essere suo amico-conclude Pira- per me è un grande privilegio”.


Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *