“Diamoci una regolata”

|




Progetto legalità. I ragazzi della scuola media ” V.E.Orlando” di Grotte incontrano Angelo Carmona, docente di diritto penale alla LUISS, e il magistrato Filippo Vitello

Un momento dell'incontroMai come quest’anno la giornata di riflessione sul valore, oggi quanto mai attuale e inderogabile, della LEGALITA’ è stata così ricca di emozioni e momenti davvero toccanti. Lo scorso venerdì 23 Novembre, infatti, nei locali del plesso V.E. Orlando, gli alunni della scuola secondaria di primo grado, hanno partecipato con grande entusiasmo e coinvolgimento ad una manifestazione di alto spessore educativo. Testimoni e ospiti della manifestazione sono stati il Prof. Angelo Carmona, ordinario di diritto penale presso la libera università Luiss “Guido Carli” di Roma e il Dott. Filippo Vitello, vice capo di gabinetto del Ministero di Grazia e Giustizia. Sia il primo che il secondo ospite hanno radici Grottesi.

 

 

Il prof. Carmona con grande carisma didattico ha letteralmente condotto e guidato i ragazzi, attraverso brevi racconti di alto valore simbolico e anche narrando magistralmente alcune sue esperienze di vita, a riflettere sulla “convenienza” delle regole che garantiscono a tutti uguaglianza e libertà. I suoi raccontini sono stati ascoltati in religioso silenzio dai ragazzi che sembravano incantati e ammaliati da un così bravo narratore. Anche lo stesso prof Carmona si è stupito che i circa 200 ragazzi presenti ascoltavano con un’attenzione così focalizzata. Il Dott. Vitello ha ancora una volta manifestato ai suoi piccoli concittadini l’attaccamento che lo lega alla sua terra e come il tessuto sociale e valoriale di Grotte sia stato determinante per la sua formazione. Lo stesso ha poi raccontato ai ragazzi le caratteristiche del suo nuovo incarico a fianco del Ministro Paola Severino rispetto al ruolo di Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Lamezia Terme che ricopriva precedentemente.E’ stata una grande occasione di crescita umana e culturale per i nostri studenti che credo non dimenticheranno tanto facilmente. Prof Giovanni Russo


Giovanni Russo

Docente

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *