Progetto Agrigento: “La città che sogniamo”

|




“La situazione è drammatica…l’immobilismo arrogante della becera ed insignificante politica dei partiti  ha portato Agrigento ad essere l’ultima città d’Italia”.

Progetto Agrigento-2“Mettere in campo quante più idee possibili per il rilancio della città e per disegnare tutti insieme il nuovo “corso” di Agrigento”, questo in sintesi l’appello che il movimento “Progetto Agrigento” rivolge agli elettori, in una nota a firma di Marcello Fattori e Calogero Di Piazza, in prossimità delle amministrative per l’elezione del nuovo sindaco e il rinnovo del Consiglio comunale.

“La prossima ed imminente scadenza elettorale-scrivono i due esponenti del movimento- sarà un’ occasione unica e probabilmente irripetibile per gli Agrigentini, in quanto non sarà più concesso sbagliare. La situazione della città, è inutile ripeterlo, è drammatica e scegliere il “progetto” giusto sarà indispensabile per cominciare a creare le condizioni per una reale crescita della territorio. Si dovrà, a nostro avviso, iniziare dal riuscire a garantire “l’ordinario” che negli ultimi anni è sempre mancato ad Agrigento. Ci riferiamo dunque all’attivazione delle semplici e normali procedure che portino ad una continua e puntuale manutenzione e pulizia di strade, parchi, ville e strutture sportive, concentrando anche l’attenzione sul decoro urbano e sul potenziamento della segnaletica, con una accurata indicazione di ogni monumento nelle vie del centro storico, facilitando in tal modo la vita ai tanti turisti che spesso a causa di questa mancanza non riescono ad ammirare le nostre bellezze o addirittura neppure vengono a conoscenza dell’esistenza delle stesse.

In concomitanza a quanto detto, sarà fondamentale cominciare una seria attività di programmazione nel medio-lungo periodo con l’implementazione di progetti più robusti i quali possano essere in grado di dare uno
slancio ed una caratura diversa a questa bellissima ma martoriata città.

Sarà indispensabile a tal fine, servirsi delle grandi opportunità che forniscono i finanziamenti dell’UE creando un ufficio o un assessorato ad hoc, che dovrà valutare ed essere capace di far finanziare opere e progetti utili alla crescita economica, infrastrutturale ed architettonica della città, nonché favorire la creazione di nuove
imprese promosse da giovani con idee innovative per il territorio, attraverso formazione, intermediazione ed aiuti economici concreti.

Noi di Progetto Agrigento saremo della partita ed invitiamo tutte le coscienze civiche della città ad esserlo insieme a noi ed a mettere in campo quante più idee possibili per il rilancio della città e per disegnare tutti insieme il nuovo “corso” di Agrigento.

Solo seguendo questa via riusciremo a sbaragliare l’immobilismo arrogante della becera ed insignificante politica dei partiti che ha portato Agrigento ad essere l’ultima città d’Italia”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *