“Patto” tra Palma di Montechiaro e Taormina

|




Un gemellaggio musicale unisce la terra del Gattopardo e la perla jonica, e gli istituti comprensivi “Cangiamila” e “Trappitello”.

Palma di Montechiaro e Taormina siglano un “patto” di scambio didattico e culturale su uno spartito musicale. Un gemellaggio musicale su una diagonale che unisce la terra del Gattopardo con Taormina, la perla jonica e gli istituti comprensivi “Cangiamila” con l’I.C. n. 1 di Trappitello-Taormina.

Ma non solo musica, note e spartiti. Ma anche monumenti, tradizioni, dolci. Palma di Montechiaro ieri ha inviato tante belle cartoline a colori alla prestigiosa Taormina, tra pochi giorni “capitale del mondo” con il G7. Ambasciatori, ancora una volta, gli alunni dell’istituto di corso Brancatello diretto dal prof. Eugenio D’Orsi.

“E’ stato un onore per la mia scuola – ha detto il Preside D’Orsi- ospitare uno degli istituti ad indirizzo musicale più prestigiosi d’Italia. Una vera e propria orchestra con un curriculum di tutto rispetto. Si cresce anche con il confronto. I nostri alunni, che da quest’anno hanno intrapreso con entusiasmo un virtuoso percorso musicale, dalla bravura dei musicisti messinesi hanno sicuramente capito che i successi si ottengono con un’applicazione quotidiana, con la continuità, con lo studio”.

Reduci dal brillante successo di Ostuni, con il primo posto a punteggio pieno al “V Concorso musicale nazionale”, l’Orchestra giovanile “Città di Taormina”, composta dagli alunni dell’I.C. n. 1 della cittadina jonica, sono stati ospiti dell’I.C: Cangiamila di Palma di Montechiaro. Nell’auditorium “De Curtis” , l’imponente orchestra sinfonica, diretta dal 2009 dal maestro Mirko Raffone è stata protagonista di un gran bel concerto offerto agli alunni palmesi, nell’ambito di un progetto di gemellaggio tra le due scuole. Una “diagonale musicale” che vedrà ospiti il 30 maggio prossimi gli alunni della scuola diretta da Eugenio D’Orsi proprio a Taormina. Tutti in piedi, a fine concerto, per un meritatissimo tributo.

“Il Comune di Taormina, a seguito dei lusinghieri risultati ottenuti e per il lustro dato alla città, – ci dice Domenica Mastronardo, docente responsabile del laboratorio musicale della Cangiamila” e promotrice del gemellaggio- ha conferito il Premio “Minotauro” ed il proprio patrocinio, assegnando all’Orchestra la denominazione “Orchestra Giovanile Città di Taormina”.

Ad accompagnare gli studenti della scuola diretta da Carla Santoro, oltre al direttore d’orchestra Mirko Raffone, anche  i docenti Riccardo Buzzurro, Gemma Romeo, Ilenia Giorgianni, Carmelo Ricciardi, Mario Galeani, Giovanni Smiroldo  e Barbara Gigliano.

Il 30 maggio gli studenti palmesi ricambieranno la visita e si recheranno a Taormina, per l’esibizione musicale dell’Ensamble della scuola che, pur non essendo ad indirizzo musicale, ha fatto della musica una delle mission principali.

Ma non solo musica per gli alunni delle due scuole. Nel pomeriggio gli alunni della III A, coordinati  dai docenti Flavia Palma e Laura Mazza, hanno accompagnato i loro “gemelli” di Taormina facendo da miniguide turistiche e presentando i tesori della cittadina del Gattopardo.

Tappa principale il Monastero delle Benedettine, che in questi giorni ospita la Madonna del Castello. “Ci avete riservato un’accoglienza calorosissima –ha detto la docente Gemma Romeo, docente di strumento musicale della scuola di Trappitello Taormina- facendoci vedere perle del barocco. Stupenda la Chiesa Madre, il suo interno. Come buoni anche i dolci di mandorla confezionati dalle suore di clausura”.

Le miniguide del Cangiamila hanno anche fatto visitare, grazie al presidente della Confraternita del SS. Sacramento Lillo Paternò, anche la cripta della chiesetta adiacente alla Chiesa Madre. Palma dunque ha trasmesso, mandato, grazie a questo gemellaggio musicale e culturale, l’immagine più bella di sé, di popolo accogliente, di città d’arte, di tesori storici non sempre valorizzati. Una bellezza che nasconde le rughe di una città che proprio lo scorso 3 maggio ha festeggiato 380 anni di storia.

Nelle foto alcuni momenti dell’esibizione e della visita della scuola di Taormina a Palma di Montechiaro

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *