“Non garantisco… ma state sereni. Partite pure per le vacanze”

|




Ma un italiano su due in vacanza non ci potrà andare, e Renzi lo sa bene. Intanto il consenso del presidente del Consiglio cresce sempre di più, anche se si profila un autunno di passione.chiuso per ferie

Un italiano su due non  andrà in vacanza ad agosto, cioè ora, e forse non ne soffrirà neppure visti i tempi, metereologici. Il Pil non crescerà, sarà stagnazione. La Manovra non si farà in autunno, ma si farà in inverno e sarà di 17 miliardi, o forse di 25. Il clima, politico, è agitato, ma tutto s’arrangia, avete visto i fuochi al Senato? Una recita. Perché Renzi incasserà il primo sì alla sua Riforma del Senato. Diciamo la verità, chi è per la conservazione di Palazzo Madama così com’è alzi la mano.

E poi Renzi è così bravo che oscura sempre i parlamentari, quelli dibattono insensatamente in aula palesemente a favore di diretta tv, lui in ancora più diretta tv promette miliardi. Sono già leggenda le sue ultime parole: non garantisco 80 euro a pensionati e partite Iva, ma italiano, stai sereno, parti per le vacanze.

Probabilmente il Premier confida proprio sul fatto che metà di noi in vacanza non ci possono andare, più sereni, anzi rassegnati, di così. Eppure il suo consenso cresce, a dir dei sondaggisti, e col consenso la voglia di elezioni. A primavera, a primavera, gridano le legioni dei votisti. Vuoi mettere un Parlamento tutto nuovo, senza Minei e Minzolini a romper le scatole! Vuoi mettere un Presidente, della Repubblica, tutto nuovo, magari una pallida Pinotti?

Dicono che col patto del Nazzareno si sia tagliata del tutto la strada a Prodi. E il professore che lo sa ed il Quirinale se lo continua a sognate tutte le notti infatti manda maledizioni e strali contro la premiata ditta Erre and B.

Ma sono tutti giochi di parole. La realtà, grama, è l’autunno di passione che ci aspetta. Anche la Spagna fa ormai meglio di noi. Ma chiedete ai lavoratori spagnoli quante lacrime e quanto sangue sta ancora costando, anche a loro, la crisi. Certo, però, se lo chiedete a tutti i giovani italiani che un lavoro, temono, non l’avranno mai, allora è ancora peggio.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *