“Non si può sistematicamente affrontare l’emergenza sbarchi con il Palazzetto dello Sport di Racalmuto”

|




Il sindaco Emilio Messana auspica che la struttura torni al più presto “alla sua normale destinazione” e che “l’opportunità della solidarietà sia equamente distribuita tra i diversi paesi”.

Emilio Messana

Emilio Messana

Ancora una volta il Palazzetto dello Sport “Gigi Salemi” di Racalmuto viene destinato all’accoglienza dei migranti che sbarcano sulle nostre coste. Il sindaco di Racalmuto, Emilio Messana, spiega in una nota che ciò non è più possibile, sostenendo che non può essere solo Racalmuto a farsi peso dell’emergenza.

“Il Palazzetto dello Sport-scrive Messana- è un’infrastruttura fondamentale per Racalmuto, l’unica che può ospitare eventi sportivi aperti al pubblico. Senza la certezza che il palazzetto sarà pienamente fruibile, le associazioni non potranno programmare le loro iniziative. Non ci siamo lamentati, nè intendiamo farlo. Purché l’opportunità della solidarietà sia equamente distribuita tra i diversi paesi. Non si può sistematicamente affrontare l’emergenza sbarchi con il Palazzetto dello Sport di Racalmuto.

Appena eletto-continua Messana- ho incontrato il Prefetto, il Commissario Straordinario dell’ex Provincia Regionale di Agrigento, la Protezione Civile. Tutti siamo convenuti sull’impossibilità di continuare ad utilizzare quella struttura, non adatta all’accoglienza. Ho suggerito di trovare altri siti, capannoni inutilizzati nelle aree industriali, immobili dell’Asp, caserme dismesse. Da allora più nulla. Nemmeno si è proceduto a disinfestare il Palazzetto. Il Prefetto si è impegnato affinché questa volta sia l’ultima. Si è impegnato anche a curare la disinfestazione del Palazzetto non appena sarà liberato, sì da restituirlo alla sua normale destinazione. La comunità racalmutese-conclude Messana- attende fiduciosa”.

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *