Maccalube, sorvolo dell’area protetta: diffida di Legambiente

|




E’ rivolta “a quanti dal 27 settembre sorvolano l’area con la finalità di realizzare foto e riprese filmate”.

Coni di argilla delle Maccalube

Coni di argilla delle Maccalube

In un comunicato, diffuso nella mattinata di oggi, Legambiente Sicilia, “nella sua qualità di Ente Gestore della Riserva Naturale Integrale “Macalube di Aragona” nonché di custode giudiziario dell’area in questione, in atto sottoposta, appunto, a sequestro giudiziario a seguito della nota tragica vicenda del 27 settembre scorso, diffida quanti, dal 27 settembre scorso ad oggi, hanno ritenuto di porre in essere attività di sorvolo dell’area protetta con la evidente finalità di realizzare foto e/o riprese filmate dei luoghi, dal voler proseguire in tale direzione”.

“L’attività in questione- si legge inoltre nel comunicato, firmato dal direttore della Riserva, Domenico Fontana– già di per sé costituisce violazione dell’art. 2, lett. v) del Regolamento recante le modalità d’uso ed i divieti vigenti nella Riserva Naturale Integrale Macalube di Aragona, ove si esplicita che è vietato “il sorvolo con velivoli non autorizzati dall’ente gestore, salvo quanto definito dalle leggi sulla disciplina del volo”.

“Lo svolgimento di detta attività è altresì in evidente contrasto-ricorda Fontana nella nota- con la situazione di sequestro giudiziario cui l’area di riserva è sottoposta ed il materiale video-fotografico che fosse stato eventualmente effettivamente realizzato ricorrendo all’espediente del sorvolo è perciò passibile di sequestro da parte dell’Autorità preposta”.

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *