M5S: “La Regione riporti Il Parco della Valle dei Templi alla normalità”

|




Nota del Metuup Grilli, che videnzia anche la critica carenza di personale.

La Valle dei Templi

La Valle dei Templi

Il M5S di Agrigento chiede, in una nota diffusa alla stampa, che il Governo regionale affronti una serie di problemi legati alla gestione del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi il cui  Consiglio  “è decaduto  nel 2011 e come è noto-si legge nella nota- da allora questo organismo e la Presidenza sono stati sostituiti da un commissario.

Lo scorso 10 giugno- prosegue il M5S-il periodo di commissariamento, guidato da Gaetano Pennino, si è concluso  e si dovrebbe adesso aprire una nuova fase per  “la ricostituzione dell’ordinario organo di amministrazione”.

Sappiamo che il commissario ha presentato una nuova proposta per dare vita ad un consiglio del parco che non sia formato da più di cinque componenti, come prevede una normativa nazionale. Attendiamo adesso che la Regione Sicilia riporti   al più presto il Parco della Valle dei templi alla  alla normalità per essere rappresentato ai suoi massimi livelli e perché attraverso il Consiglio venga  assicurata la partecipazione delle autorità del territorio al governo di questo importante Ente.

Un’altra promessa non ancora mantenuta del governo regionale è quella della definitiva approvazione del Piano del Parco, trasmesso alla Regione nell’ottobre del 2009 e non ancora firmato dalla giunta regionale. Il piano è uno strumento fondamentale per la piena attuazione degli obiettivi del parco agrigentino.

Tutto ciò accade-si legge ancora nella nota- mentre registriamo che solo quaranta sono oggi i custodi in attività nella valle dei Templi. Ne servirebbero almeno un centinaio. La conseguenza della mancanza di personale è che una biglietteria (quella presso la porta quinta, nell’area del posteggio per gli autobus, a Sant’Anna) è stata chiusa e la stragrande maggioranza dei siti della Valle non possono essere visitati dai turisti, sono chiusi per mancanza di personale.

I guai maggiori sorgono nei giorni festivi, quando la carenza di personale è molto critica. E al momento mancano anche i servizi aggiuntivi, mentre attendiamo l’esito di un nuovo bando per i servizi di ristorazione.

Noi del Meetup Grilli di Agrigento manifestiamo tutta la nostra delusione nei confronti del governo Crocetta, che come i precedenti ha sinora tradito le attese.

Il Parco è ulteriormente precipitato verso standard di qualità inaccettabili, soprattutto per una sito archeologico che è patrimonio dell’Umanità. Vogliamo quindi che al più presto vengano ripristinate le condizioni di normalità. Occorre   avviare tutte le iniziative-conclude la nota del M5S- adeguate per istituire la nuova presidenza e il nuovo consiglio, potenziare il personale, aprire tutti i siti, garantire tutti i servizi”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *