L’uragano Gonzalo sulla Sicilia? Una gran minchiata

|




METEOBILLI. Uichend mite. Ma parliamo di Gonzalo. Doveva devastare la Sicilia, ma come vedete non è successo niente e non succederà

Carissimi amici di Racalmuto e dell’Agrigentino, dovete ringraziare le vostre belle montagne che in questi giorni vi hanno protetto dal ventazzo che invece a cutuliato tutta la Sicilia settentrionale. Questa protezione continuerà pure in questo uichend che per voi sarà abbastanza buono con un cielo, al peggio, poco nuvoloso e temperature che, se non sono più da andarsene a mare, sono comunque le più tiepide rispetto al resto dell’Isola.

Disegno di Ignazio Piacenti

Disegno di Ignazio Piacenti

Detto ciò non mi rimane che parlarvi di Gonzalo che è il nome di un uragano. Sicuramente ne avete sentito parlare perché da più giorni tutti i meteo delle tv e quelli dei maggiori siti ci atturrano raccontando che l’uragano sarebbe scoppato fino da noi e si sarebbe portato mezza Sicilia. Secondo loro ci dovevano essere alluvioni e disastri di ogni genere. A parte che come vedete, non è successo e non succederà, sappiate che vi hanno raccontato un fracco di minchiate ben sapendo che tali erano.

Vorrei dirvi che ci sono le previsioni e su quelle si può anche sbagliare. Il tempo è ballerino e basta poco a smentire chi cerca di prevederlo. Ma nel caso di Gonzalo non si tratta di previsioni ma di analisi. E le analisi si fanno sulle carte ma soprattutto sulle fotografie dei satelliti. Osservazioni, non previsioni. Allora l’uragano fu fotografato sopra le Bermude e fu seguito di ora in ora. Già l’indomani era stato “degradato” a tempesta tropicale. Adesso addirittura si è completamente esaurito. E chi diceva che viaggiava verso l’Europa sapeva di dire una cosa impossibile perché un fenomeno del genere per arrivare da noi deve attraversare tutto l’Atlantico che è freddo mentre l’uragano è caldo umido.

L'uragano Gonzalo

L’uragano Gonzalo

Non c’è bisogno di inquietare la fisica e il secondo principio della termodinamica per capire che in questo viaggio Gonzalo avrebbe perduto gran parte della sua energia cedendola al mare. Ma il fatto ancora più clamoroso è che l’uragano non ha mai avuto intenzione di arrivare dalle parti nostre. Da dov’era, cioé ai Tropici, si è spostato a Nord e poi ha svoltato verso Ovest, cioè dall’altra parte.

Ma voi lo sapete com’è: chi è più fissa? Carnevale o chi ci va per d’appresso? Così lo scoop di qualche sito allarmista è riuscito a scivolare pure nei meteo nazionali. Solo Paolo Sottocorona di La7 (e, modestamente, il sottoscritto) ha spiegato per bene come quella previsione era un imbroglio. Forse per fare contatti e “trasformarli” in pubblicità. Le sperimentano veramente tutte per alzare quattro soldi. Tante belle cose. Indignate.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *