“L’ondata di astio che sta travolgendo Sciacca va placata”

|




La strage di cani. La delegata del Ministero della Salute Valeria Grasso incontra al Comune il sindaco Francesca Valenti e l’assessore all’Ecologia Paolo Mandracchia. Appello della Grasso al prefetto e agli altri enti competenti affinché si affronti al meglio la situazione.

La strage di cani avvenuta nei giorni scorsi a Sciacca è stata nel pomeriggio di oggi al centro di un incontro al Comune tra il sindaco Francesca Valenti, l’assessore all’Ecologia Paolo Mandracchia e la delegata del Ministero della Salute Valeria Grasso.

Nel condannare ancora una volta con fermezza l’episodio criminale, i due amministratori hanno illustrato quanto fatto dal Comune di Sciacca per fronteggiare il fenomeno del randagismo con propri fondi. Hanno spiegato che ammontano a 270 mila euro le risorse economiche che annualmente il Comune di Sciacca impegna per la cattura e la custodia dei cani in strutture idonee private. E’ stata anche anticipata l’ipotesi di realizzare un rifugio da gestire assieme a associazioni animaliste, e la realizzazione di un ricovero in una struttura comunale, grazie anche alla disponibilità espressa da veterinari volontari, per affrontare in modo ancora più efficace il problema del randagismo. L’Asp, a riguardo, ha annunciato dalla prossima settimana l’impiego di ben quattro veterinari per tre giorni alla settimana.

Al termine dell’incontro Valeria Grasso ha diffuso un nota nella quale nel definire l’uccisione dei cani (circa una trentina) “un fatto ignobile ed inquietante che va condannato con forza”, auspica che venga fatta piena luce su quanto accaduto e che i responsabili “vengano individuati e puniti  severamente come previsto dalle norme contro chi maltratta gli animali”.

La delegata del Ministero della Salute, inoltre, nell’esprimere solidarietà al sindaco Francesca Valenti per le offese e le minacce che sta subendo in queste ore, sottolinea che “un simile clima d’odio non aiuta a far chiarezza sui fatti ed indebolisce la comunità tutta contribuendo ad alimentare l’immagine errata di una Sicilia fatta di violenza e di vendetta”.

“In tal senso-scrive Valeria Grasso- faccio un appello al Prefetto ed agli altri enti competenti affinché si affronti al meglio la situazione, placando l’ondata di astio che sta travolgendo Sciacca e cooperando con Istituzioni e cittadini con il fine di trovare una soluzione che tuteli tutti”.

Intanto il Comune di Sciacca informa che ad oggi risultano recuperate 25 carcasse di animale in contrada Muciare. “Una carcassa si trova, per le analisi scientifiche del caso, presso l’istituto zooprofilattico di Palermo. Le altre sono state trasferite in un centro specializzato di Carini. Comunica, inoltre, che sono stati soccorsi e affidati all’ Associazione Nazionale Tutela Animali sette cani randagi vaganti in contrada Muciare e il personale dell’Ufficio Ecologia ha provato ad accalappiare altri quattro-cinque esemplari, che, però, sono fuggiti. Domani si riprenderanno le ricerche”.

Sempre il Comune, infine, informa che “il sito è stato più volte oggetto di interventi di bonifica, da venerdì a questa mattina. Personale comunale, coadiuvato da volontari, ha rimosso le esche avvelenate trovate in località Muciare, così come disposto dall’ordinanza sindacale emessa lo scorso venerdì 16 febbraio a seguito della informativa trasmessa al Comune, lo stesso giorno, dall’Asp di Agrigento sull’orribile crimine perpetrato in contrada Muciare”.

Nella foto l’incontro al Comune del sindaco, Francesca Valenti, e dell’assessore all’Ecologia, Paolo Mandracchia, con la delegata del Ministero della Salute Valeria Grasso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

One Response to “L’ondata di astio che sta travolgendo Sciacca va placata”

  1. Fulvia Rizzi Rispondi

    19/02/2018 a 11:06

    Si arriva a condannare questi episodi sempre dopo che sono successi vero????? Siamo tutti bravi a fingere di essere dispiaciuti. . Fare qualcosa prima noooo????? Intanto 30 o 40 povere bestiole sono morte atrocemente. VERGOGNA !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *