“L’isola che fiorisce – No Mafia Memorial”

|




Le Vie dei Tesori Palermo. A Palazzo Gulli Mostra Antologica di Pino Manzella.

In occasione delle Vie dei Tesori a Palermo, manifestazione che si svolgerà fino al 4 Novembre, con l’apertura durante i fine settimana di palazzi, musei, chiese, oratori, giardini della città, anche il No Mafia Memorial, nel Palazzo Gulì in Via Vittorio Emanuele, apre le sue porte ospitando la Mostra Antologica del pittore Pino Manzella, intitolata “L’isola che fiorisce – NO MAFIA Memorial”, dedicata proprio al progetto del Memoriale-laboratorio della lotta alla mafia. Come dice l’autore della mostra, che è uno dei compagni di Peppino Impastato, di cui da anni porta avanti la memoria, da sempre impegnato in tematiche sociali e contro la mafia: “Il No Mafia Memorial è un nuovo fiore che nasce in Sicilia”, un progetto importante per chi crede nella libertà e nella giustizia sociale.

La mostra, curata dall’associazione Asadin in collaborazione con il No Mafia Memorial, è visitabile da oggi  fino al 4 Novembre, tutti i weekend (ven, sab, dom.), dalle ore 10.00 alle ore 17.30.

Pino Manzella espone alcuni dipinti che rappresentano la Sicilia nelle sue molteplici sfaccettature. Come scrive Umberto Santino nel catalogo intitolato “Sicilie – L’Identità molteplice” qui c’è “la Sicilia, o meglio le Sicilie, con tutte le sue contraddizioni, con i suoi miti e i suoi stereotipi ma pure le sue semplici, quotidiane, umili e preziose speranze-certezze”.

Pino Manzella insieme alle sue Sicilie presenta anche alcuni dipinti dedicati al ricordo di Peppino Impastato, nel tentativo di non disperdere una memoria che, come scrive Lavinia Spalanca in una presentazione dedicata a queste opere è: “una memoria labile come la sabbia che sfarina i libri di storia o svolazza leggera nei cieli dell’indifferenza, […]una memoria mistificata nella rete di menzogne e depistaggi (Il groviglio), che solo una tardiva inchiesta parlamentare ha riconsegnato alla verità dei fatti”.

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *