Licata, piovono tasse sulla già “tartassata economia” della città

|




Il consigliere comunale Giuseppe Montana chiede al Commissario del Comune e a tutte le componenti politiche di affrontare il problema.

Giuseppe Montana

Giuseppe Montana

La già “tartassata” economia della città non può reggere il peso di una tassazione pesante. Bisogna affrontare con urgenza il problema. E’ quanto chiede il consigliere comunale dell’Udc Giuseppe Montana, che affida il suo appello ad una nota diffusa alla stampa.

“Licata vive oggi più che mai un momento di difficoltà-scrive Montana- dal punto di vista economico e sociale. Il dialogo politico rimane acceso, questo rappresenta comunque un bene che prescinde dagli schieramenti di appartenenza. Ma i temi da trattare dovrebbero essere più “di sostanza”, argomenti strettamente di interesse collettivo. Questioni che toccano da vicino la gente, i cittadini vogliono risposte, la politica non può stare in silenzio. Licata deve mettersi in moto per abbassare le tasse. Chiedo prima di tutto a me stesso perché Licata continua ad avere tassazioni così elevate. Insieme al Commissario, al consiglio comunale e a tutte le componenti politiche e sociali serve urgentemente l’apertura di un dialogo incentrato solo su un argomento: l’abbassamento delle tasse in città.

Occorre-prosegue il consigliere dell’Udc- ridurre le aliquote Imu e gli oneri di urbanizzazione portati ai massimi livelli dall’amministrazione uscente, Licata rimane una delle città, in Italia,  con gli oneri più alti con drammatiche conseguenze sulla già tartassata economia, non si costruisce più anche per colpa della tassazione elevata, con imprenditori edili e artigiani ormai al collasso. Occorre ridurre le tasse su acqua e spazzatura, pagate a peso d’oro. Solo attraverso la riduzione delle tasse Licata può svegliarsi e riprendere a percorrere la strada della crescita. Chiedo al Commissario del Comune di sedersi attorno al tavolo del dialogo e affrontare questi argomenti.

A Licata-conclude Montana- serve abbassare le tasse, in maniera urgente”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *