Licata, ancora polemica sulla richiesta di dimissioni del sindaco

|




L’invito a Balsamo a dimettersi era partito dai deputati del Pd Moscatt e Panepinto. Immediata la risposta del vice sindaco Cambiano. Oggi interviene il segretario del Pd di Licata, Massimo Ingiaimo. 

licata palazzo comunaleE’ ancora polemica a Licata tra Pd e amministrazione comunale. Tutto nasce dopo una dichiarazione dei deputati del Pd Tonino Moscatt e Giovanni Panepinto che qualche giorno fa hanno chiesto le dimissioni del sindaco di Licata Angelo Balsamo, impossibilitato da qualche mese ad amministrare in seguito alla vicenda giudiziaria che lo ha coinvolto. “Noi siamo garantisti-affermavano in una nota Moscatt e Panepinto- ma non possiamo consentire che le vicende personali abbiano una ricaduta così pesante su una città come Licata, da sei mesi senza la guida di un sindaco. Prevalga il senso di responsabilità delle istituzioni, l’avvocato Balsamo si dimetta”.

Ai due esponenti del Pd risponde il vice sindaco Angelo Cambiano. “Come sempre, si coglie l’occasione

Angelo Cambiano

Angelo Cambiano

per passare, in modo strumentale,  subito all’attacco alla ricerca di chissà quale risultato, mettendo da parte gli interessi della collettività – afferma il vice sindaco – Attraverso un recente comunicato siamo stati accusati di mancanza di senso di responsabilità e di altre inefficienze. Premesso che l’esecutivo in carica è riuscito  ad amministrare, affrontando e portando a soluzione diversi problemi che da tempo giacevano incompiuti, piuttosto che fare sterile polemica, sarebbe opportuno, tanto per  fare soltanto due esempi, che gli onorevoli Moscatt e Panepinto, ci indicassero come può un’amministrazione comunale garantire la pulizia delle spiagge quando la

competenza è della Provincia, o, visto che siamo in tema, garantire il servizio di vigilanza nelle spiagge libere, il cui onere è a circo della Regione Siciliana. Facile parlare, solo quando c’è da polemizzare, essere assenti per un’intera legislatura e presentarsi ai cittadini soltanto in prossimità di appuntamenti elettorali, siano essi amministrative, regionali, nazionali o europee, per poi scomparire di nuovo e non affrontare, concretamente,  un solo problema che riguarda la collettività”.

A stretto giro, oggi, ribatte il segretario del Pd di Licata, Massimo Ingiaimo. “E’ paradossale che il vice sindaco di Licata Angelo Cambiano anziché preoccuparsi dell’assenza del sindaco si preoccupi dell’assenza degli altri. Il vice sindaco ha la memoria corta e non ricorda che il Pd con i suoi deputati non solo è stato presente ma ha svolto un ruolo attivo e positivo che gli è stato riconosciuto dallo stesso Angelo Balsamo, come in occasione della convocazione della VI^ Commissione Sanità a Licata per affrontare il problema dell’Ospedale e del punto nascite”. A dichiararlo é il segretario del circolo Pd di Licata Massimo Ingiaimo dopo le recenti affermazioni diffuse dallo stesso Angelo Cambiano. Anche lo scorso 4 aprile, in occasione della convocazione dell’incontro con l’assessore Lucia

Massimo Ingiaimo

Massimo Ingiaimo

Borsellino, il  Pd ed i compagni del Megafono – prosegue – hanno avuto un ruolo determinante sia per la convocazione dell’incontro stesso ma soprattutto per il risultato raggiunto, ovvero l’ulteriore proroga del punto nascite fino a dicembre 2014.  Ci chiediamo cosa è stato fatto dall’Amministrazione da allora per non trovarci nelle stesse condizioni a dicembre. In alcune occasioni il Pd ha anticipato le iniziative dell’Amministrazione come con  “New job opportunies” del 1 febbraio in cui il parlamentare Tonino Moscatt è venuto ad illustrare le misure approvate dal governo Letta in tema di micro imprese ed auto imprenditorialità, ben prima che lo facesse l’Amministrazione coinvolgendo ‘Sviluppo Italia Sicilia’ da cui ancora aspettiamo lo sportello a Licata.  Abbiamo suggerito all’Amministrazione di occuparsi di collegamenti ferroviari e già in gennaio Moscatt ha presentato un’interrogazione parlamentare in materia di potenziamento delle ferrovie con particolare riferimento alla tratta  Licata – Comiso. L’elenco potrebbe continuare a lungo ma speriamo di avere rievocato nella memoria del vice sindaco il ruolo politico del Pd – conclude Ingiaimo – in città”.

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *