L’estate dei tavoli aperti

|




Roma, piazza di SpagnaSarà l’estate dei tavoli aperti. A palazzo si respira aria di grandi manovre, l’autunno si preannuncia lungo e complicato, ci si posiziona in vista delle future elezioni e si devono scegliere protagonisti, comprimari, sistema elettorale.
L’addio al Porcellum sembra ormai cosa fatta. Si sussurra di un accordo raggiunto per tornare al proporzionale con preferenze, in casa Pdl ad esempio ci sarebbe ormai l’assenzo di Berlusconi convinto da Verdini “garantisco io su tutte le combinazioni”.
Berlusconi è pronto a riprendersi il centro destra, rimettere in riga i colonnelli e ritornare ad essere lui il leader ed il candidato Premier Monti pensa già ad un altro Monti, che vada oltre la scadenza del 2013, il Capo dello Stato Napolitano ad un secondo mandato, magari breve, da Presidente di Garanzia per un nuovo anno che si preannuncia turbolento come e più di questo.Tra i Ministri di Monti Passera sembra ormai fuori gioco, Elsa Fornero in Purgatorio, mentre brilla sempre di più la stella di Barca.
Ma altri protagonisti dello scenario politico culturale si muovono. L’ex direttore di Repubblica Eugenio Scalfari ad esempio, che qualcuno vorrebbe in pole position per la designazione a Senatore a vita. Voci che si rincorrono, umori che vanno e che vengono, sarà certamente un autunno caldo come Caronte e Minosse messi insieme.

Luigi Galluzzo

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *