“Le parole insegnano, gli esempi trascinano”

|




Canicattì rende omaggio alle vittime della “Strage di Via D’Amelio”.

Anche quest’anno la Città di Canicattì, nel giorno del 26° anniversario, ricorda le vittime della strage di Via D’Amelio: il giudice Paolo Borsellino e i cinque agenti della scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

Tra le iniziative previste, informa l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Ettore Di Ventura, l’esposizione di un quadro con le immagini dei giudici Falcone e Borsellino sulla facciata del Palazzo di Città, su cui rimarrà esposta fino al 26 luglio prossimo.
Osservato, inoltre, un minuto di raccoglimento in tutte le sedi comunali.

E ancora, sulle lettere ufficiali dell’Ente sarà inserita, fino al 26 luglio c.a., la dicitura “19 luglio 1992/19 luglio 2018 26° anniversario della “strage di Via D’Amelio” Verba docent, exempla trahunt (Le parole insegnano, gli esempi trascinano)”.

Foto da Internet

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *