Laura Vaccaro incontra la comunità di Favara

|




Il sostituto procuratore torna nella parrocchia dove ha vissuto la sua formazione giovanile

Laura VaccaroLa famiglia di oggi in quale stato di salute è? Quali sono i punti di forza che esaltano la sua azione e evidenziano i motivi di disagio? Ha ancora l’importanza nel tessuto sociale di unità socio-educativa fondamentale per la comunità? Sono questi alcuni interrogativi che saranno discussi venerdì sera nel salone della parrocchia di San Giuseppe Artigiano di Favara nell’ambito di un incontro promosso dall’area padre Puglisi.

L’iniziativa è inserita nelle giornate che hanno per tematica il Bene Comune e che già si organizzano da due anni nella cittadina chiara montana. La testimonianza centrale è affidata alla Dottoressa Laura Vaccaro, Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Palermo, che ben volentieri incontrerà i propri compaesani proprio nella parrocchia dove ha vissuto la sua formazione giovanile.

Previsti degli spazi dedicati alla poesia, alla pittura ed alla fotografia rispettivamente con la recitazione di una inedita poesia dialettale composta dal poeta Salvatore Mossuto, con la presentazione di un’originale vignetta artistica appositamente realizzata dalla pittrice Rosangela Leotta e, infine, con la proiezione di un video realizzato con delle suggestive foto in bianco e nero tratte dagli album di famiglie favaresi che hanno risposto con entusiasmo all’invito di Gaetano Scorsone che ha curato, assieme a Michele Arnone, la raccolta e il montaggio audio-video. “Una serata, dunque, ricca di stimoli che al di là dei numerosi spunti di riflessione offerti vuol fare assaporare ai partecipanti il piacere di fare e sentirsi comunità attiva –afferma l’organizzatore Gaetano Scorsone- premessa indispensabile per qualsiasi tipo di crescita e per un futuro sostenibile capace di comprendere tutti, nessuno escluso. Favara, infatti, chiede ad ognuno di noi di fare la propria parte. . . sta a noi risponderle con la generosa offerta della nostra presenza e del nostro impegno”.

Giuseppe Piscopo

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *