“La Sicilia e la Calabria hanno bisogno di essere raccontate in maniera diversa”

|




Così Marco Romano, direttore del Giornale di Sicilia, e Lino Morgante, direttore della Gazzetta del Sud, intervistati da Gaetano Savatteri, nella seconda giornata di Trame 8, il Festival dei libri sulle mafie. 

I pensieri e le parole dei sindacalisti uccisi dalla mafia, rievocati nello spettacolo  teatrale – musicale di Moni Ovadia e Mario Incudine. Gli intrecci tra le mafie e le logge massoniche deviate. Il ruolo dell’editoria e del giornalismo per raccontare un Sud diverso, che non si rassegna. Questi alcuni dei temi e dei protagonisti della seconda giornata di Trame.8 Festival dei Libri sulle mafie, in corso a Lamezia Terme.

Romano, Savatteri, Morgante

“Dare voce al Sud in un tempo in cui il Mezzogiorno sembra scomparso dall’agenda politica del Paese” è la sfida del progetto editoriale di “Gazzetta del Sud” e “Giornale di Sicilia”, raccontato dai rispettivi direttori Lino Morgante e Marco Romano, che hanno scelto di unire le forze dando vita ad un’unica realtà editoriale. Per i due giornalisti, intervistati dal direttore artistico del Festival Gaetano Savatteri, “la Sicilia e la Calabria hanno bisogno di essere raccontate in maniera diversa, per  parlare di un Sud che non cerca il reddito di cittadinanza per “stare tranquillo” ma ha bisogno di infrastrutture e di progetti di crescita reale”.

Di mafie e di lotta alle mafie la Fondazione Trame parla durante tutto l’anno anche con i più piccoli, con il progetto #Trameascuola, coordinato da Maria Teresa Morano. Le storie di fantasia elaborate dagli oltre ottocento bambini delle scuole primarie lametine, seguiti da Fabio Truzzolillo, hanno dato vita al libro “L’altra metà di Yusuf”, edito da Coccole Books, presentato in anteprima nazionale nella giornata  di ieri insieme al direttore editoriale della casa editrice calabrese Daniela Valente. Nel libro trovano spazio personaggi immaginari, storie di legalità e illegalità quotidiane, raccontate con il linguaggio e la fantasia dei più piccoli, giocando e ridicolizzando i boss per imparare a non averne più paura.

Valente, Reale, Truzzolillo, Morano

Le ramificazioni internazionali della ‘ndrangheta e gli intrecci con le logge massoniche deviate al centro dell’incontro con il giornalista Arcangelo Badolati, il Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria Giovanni Bombardieri, lo storico John Dickie. Sulla situazione di Lamezia Terme, Comune sciolto pochi mesi fa per la terza volta per infiltrazioni mafiose, per il magistrato “a Lamezia in occasione delle ultime indagini è stata accertato che alcuni politici locali si rivolgevano a cosche di ‘ndrangheta per ottenere voti. Questo è un dato storico e incontrovertibile: alcuni  soggetti politici sicuramente sono venuti a patti con la ‘ndrangheta. Ma non tutta la politica è collusa”.

Badolati, Bombardieri, Candito, Dickie

La mafia a Roma e le attività, passate e presenti, della Banda della Magliana nell’incontro con la giornalista Raffaella Fanelli che nel suo libro ha intervistato Maurizio Abbatino, boss della Banda romana ed ex collaboratore di giustizia.

“Il male ha una ragione.  Non nel senso che abbia ragione, ma ha una causa scatenante. Raccontare questa storia dell’Aspromonte significa assegnare a ciascuno le proprie responsabilità. Non solo agli abitanti dell’Aspromonte, che avevano provato ad essere diversi, ma in parte anche allo Stato”, ha commentato lo scrittore Gioacchino Criaco parlando dell’urgenza che lo ha spinto a scrivere il suo ultimo romanzo “La Maligredi”.

A concludere la seconda serata di Trame. 8, l’anteprima nazionale dello spettacolo di Moni Ovadia e Mario IncudineLa terra è di cu la travagghia. Pensieri e parole dei sindacalisti uccisi dalla mafia” realizzato per Trame, coinvolgendo attori e musicisti del territorio, che nei giorni scorsi hanno seguito nella sede del Civico Trame il laboratorio “Trame di teatro”.

Un momento dello spettacolo di Moni Ovadia e Mario Incudine

Io sfido quelli che li vogliono aiutare a casa loro. Sfido il Ministro Salvini a venire con me “a casa loro” e a dire alle multinazionali di andare via dall’Africa”, ha commentato l’artista prima dello spettacolo.

Clicca sotto per scaricare il programma

Il Programma Trame.8

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *