“La Scienza in Piazza”, e Favara tocca il cielo con un dito

|




La città chiaramontana ospiterà dal 9 al 13 agosto un grande evento scientifico, che si svolgerà in contemporanea con il “Festival delle Scienze”. In Piazza Cavour, laboratori, simulatori, telescopi e un planetario astronomico offriranno ai visitatori un’esperienza unica”.

Favara vista dall’alto. Foto di Michele Vitello

Da Favara ad agosto sarà possibile toccare il cielo con un dito. Non si tratta della solita frase confezionata quando vogliamo indicare un traguardo da raggiungere o uno stato di felicità. Dalla cittadina chiaramontana, proprio nella settimana che celebra San Lorenzo, sarà possibile ammirare da vicino la galassia, entrare nel magico e affascinante mondo dello stelle, attraverso importanti strumenti scientifici e guidati da scienziati di fama internazionale.

Favara, infatti, è stata scelta come sede della “Scienza in piazza”, in contemporanea al Festival delle Scienze che si svolgerà al Tempio di Giunone. L’associazione “Notte con le stelle”, con il sostegno del Parco archeologico, ha scelto Favara come piazza premiando una delle cittadine più dinamiche dell’agrigentino dal punto di vista di animazione culturale e scientifica. Favara, tra il Castello Chiaramonte e la Farm, ha ospitato negli ultimi anni importanti convegni e seminari, giornate di studio, università con docenti e studenti arrivati da Atenei da ogni parte del mondo. Adesso Piazza Cavour, sede della movida notturna per i locali di ristorazione e per i concerti serali, per cinque giorni darà la possibilità a grandi e piccini di ammirare le stelle grazie ad un planetario che potrà ricevere fino a cinquanta osservatori. Ma non solo. In tutta la Piazza saranno allestiti stand di Istituzioni, forze militari, associazioni scientifiche e centri studio. “In appositi gazebo-si legge nel programma- saranno svolti  laboratori scientifici con varie attività, dove adulti e ragazzi potranno sperimentare la scienza dal vivo grazie a divulgatori e animatori provenienti da tutta Italia”.

Una vetrina importante per Favara questi cinque giorni di eventi culturali e scientifici e soprattutto un onore ricevere la presenza di scienziati e studiosi . Un programma ricco quello stilato dall’Associazione Notte con le Stelle, presieduta da  Tommaso Parrinello, dirigente dell’Agenzia Spaziale Europea. La manifestazione, oltre ad un fatto d’immagine, avrà una ricaduta economica anche sul territorio. La presenza di studiosi, docenti, giornalisti, collaboratori vari, militari ma soprattutto le persone che verranno anche da fuori, creerà tra i vicoli del rinato centro storico un bel movimento serale che fa rima con economia. Favara avrà la possibilità di far conoscere le proprie prelibatezze, la rinomata pizza “gettonata” da ogni parte della provincia, i dolci, i gelati e le granite. Ma anche i monumenti, i Palazzi e i cortili che ospitano nei mesi estivi mostre ed iniziative di un certo spessore.

Tommaso Parrinello

“Il Festival – dice Tommaso Parrinello- sarà una festa della scienza rivolta a tutti, e anche l’opportunità di incontrare decine di ricercatori e istituzioni nazionali che con i loro laboratori scientifici, simulatori, telescopi e un planetario astronomico offriranno ai visitatori un’esperienza unica”.

A supportare l’evento anche il Comune di Favara, con una serie di forniture di beni e servizi indispensabili per la realizzazione di un vero e proprio campus.

Alla fine di luglio l’evento sarà ufficialmente presentato nel corso di una conferenza stampa dalla  sindaca di Favara Anna Alba, dal direttore del Parco Archeologico Giuseppe Parello e dal Presidente dell’Associazione “Notte con le Stelle” Tommaso Parrinello.

Il Programma

La Scienza in Piazza

Laboratori Scientifici – Piazza Cavour Favara: ore 20:30 – 24:00

  • Attività, giochi e laboratori interattivi per sperimentare con ragazzi (e adulti) la scienza dal vivo con divulgatori e animatori scientifici provenienti da tutta Italia
  • I laboratori scientifici saranno allestiti da INAF, ESA, ASI, Aeronautica Militare Italiana, FOSFORO, SOFOS, ACS, Arma dei Carabinieri
  • Simulatore delle Frecce Tricolori a cura dell’Aeronautica Militare Italiana
  • Planetario di 50 posti a cura dell’Associazione Esploriamo Insieme
  • Osservazioni del Cielo con telescopi cura dell’Osservatorio Astronomico di Palermo e del Museo
  •  dello Spazio di Palermo

GUARDA VIDEO

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *