La Scala dei Turchi si prepara ad un nuovo assalto

|




Iniziativa della Pro Loco, del Comune di Realmonte e di altre associazioni per salvaguardare la marna bianca famosa in tutto il mondo

La Scala dei Turchi

La Scala dei Turchi

L’assalto è preannunciato. Puntuale, come ogni anno. In maniera più massiccia, anno dopo anno. La marna bianca di Realmonte, che degrada con una suggestiva scalinata sul mare azzurro del Mediterraneo, si prepara ad una nuova stagione di “invasione” di bagnanti. Non solo i Turchi nel passato, ma adesso inglesi, tedeschi, francesi e  turisti provenienti da ogni parte del mondo non rinunciano ad una foto scattata dal pianerottolo più alto, per un flash al tramonto, con il sole che “cala” dietro il faro di Capo Rossello. La “tappa” alla Scala è diventato un rito per chi viene in Sicilia. Come rinunciare ad un tuffo in acque cristalline, in un paesaggio unico, dove anche l’Unesco ha puntato le proprie “attenzioni”? E la Scala, con la sua imponente mole, non vuole trovarsi impreparata all’ennesimo assalto. Sappiamo bene che ogni invasione può procurare anche un danno al paesaggio. Spesso, nella vicina spiaggia dorata di Punta Grande, si assiste ad una processione di turisti e forestieri “imbiancati” dalla polvere bianca della marna. Ed è proprio questo uno dei “misteri” che bisogna sfatare.

Nessun beneficio al corpo procura questa antipatica infarinatura. A farne le spese sono proprio i “gradini” della Scala, che giorno dopo giorno vengono frantumati da mani che non amano la natura. Proprio per salvaguardare la Scala, iniziando proprio dalla sua conoscenza, associazioni e Comune di Realmonte fanno “ cartello” ed insieme lanciano la proposta “Salviamo la Scala”. Primo appuntamento domenica 30 marzo, nel giorno del cambio dell’ora e, speriamo, di approccio per chi si accosta allo scoglio bianco. La Pro Loco di Realmonte, insieme all’A.E.O.P, l’Ass. Nazionale Carabinieri, il circolo nautico Capo Rossello, gli Scout Realmonte 13, l’istituto comprensivo Garibaldi diretto dalla preside Graziella Fazi ed il Comune di Realmonte chiamano a raccolta residenti dei vicini borghi marinari, Capo Rossello, Punta Grande, Scavuzzo, per iniziare un nuovo percorso.

Paolo Salemi

Paolo Salemi

“La salvaguardia della Scala passa da un diverso e nuovo approccio da parte di tutti –afferma il presidente della Pro Loco di Realmonte Paolo Salemi, già impegnato da anni a valorizzare il sito da assessore al Turismo del comune realmontino- stimolando il senso di appartenenza al territorio. Occorre che ogni cittadino, oltre ad accogliere i visitatori con la disponibilità che tutti ci invidiano, dia al turista-balneare le giuste informazioni e soprattutto trasmetta la sensibilizzazione di salvaguardare i luoghi. Appuntamento per la prima tappa di “Salviamo la Scala dei Turchi” domenica 30 marzo alle ore 10.00 sulla strada panoramica che costeggia il litorale”. Presente all’iniziativa anche il sindaco Piero Puccio che in questi anni ha puntato tutta l’azione amministrativa sul versante del turismo che, se ben fatto, porta economia e benessere al territorio. “Durante la mattinata ecologica- dice il sindaco Puccio- il geologo Alfonso Farruggia ci farà conoscere nei dettagli il calcare marnoso. Chiediamo ai partecipanti spunti di riflessione e proposte per interventi di salvaguardia condivisi”. Al termine della passeggiata ecologica spazio alla creatività, con una estemporanea di arti figurative, con il riciclaggio di materiali raccolti in spiaggia.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *