La maggioranza che non c’è e l’avvio della nuova legislatura

|




Il 23 marzo la prima seduta del Parlamento. 

Tra qualche giorno, esattamente il 23 marzo, riflettori puntati sulla prima seduta del Parlamento che inaugura la XVIII Legislatura.

Una legislatura che registra la percentuale più alta di donne elette, sia alla Camera che al Senato, e con l’età media più bassa, 44 anni a Montecitorio e 52 a Palazzo Madama. In altre parole il Parlamento più giovane della storia della nostra Repubblica.

Al Senato, dove vige il criterio dell’anzianità, a presiedere la seduta sarà l’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano; alla Camera spetterà a Luigi Di Maio, perchè vice Presidente della precedente legislatura.

E’ nel corso della prima seduta che dovrebbero essere eletti i presidenti dei due rami del Parlamento, se da qui a quella data, come pare, le forze politiche in campo troveranno un accordo definitivo.

Contestualmente si procederà alla formazione dei gruppi parlamentari, ognuno dei quali entro il 27 marzo dovrà eleggere il proprio presidente.

Completate queste fasi il Capo del Governo Paolo Gentiloni presenterà le dimissioni, che daranno il via alle consultazioni del Presidente della Repubblica e al termine delle quali il Capo dello Stato conferirà l’incarico per la formazione del nuovo Governo, che diventerà esecutivo quando otterrà la fiducia delle due Camere. Ecco perchè è fondamentale che in Parlamento vi sia una maggioranza, che oltre a conferire la fiducia al nuovo esecutivo, possa anche sostenerne le scelte nel corso di tutta la legislatura.

Ma qui scatta inevitabilmente la domanda che ha accompagnato tutta la campagna elettorale che ha preceduto il voto del 4 marzo: si formerà una maggioranza?

Incognita che, in questo momento, stando alle posizioni delle varie forze politiche in campo, continua ancora a riproporsi, aprendo la strada a diverse ipotesi, compresa anche quella che si possa, a stretto giro, tornare alle urne, con M5S e Lega che, in base ai sondaggi degli ultimi giorni, sarebbero ulteriormente premiati da questa eventualità.

foto da internet

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *