La ferrovia ricongiunge Porto Empedocle con Agrigento

|




Verrà riattivato il binario ferroviario di collegamento tra la Stazione Centrale e la stazione Porto, che consentirà di poter arrivare direttamente, con il treno, nel centro abitato di Porto Empedocle e all’ingresso del porto, collegando così la cittadina marinara con la Valle dei templi e il centro storico di Agrigento. Il Sindaco Lillo Firetto annuncia la demolizione di un manufatto realizzato “ignobilmente” in passato, nell’area dei binari.

La stazione centrale di Porto Empedocle

La stazione centrale di Porto Empedocle

Nel corso di un incontro con la Stampa svoltosi questa mattina nell’ufficio del Sindaco, l’on. Lillo Firetto, alla presenza dell’ing. Pietro Messina di RFI, ha ufficializzato la consegna al Comune, da parte delle Ferrovie, di un’area di circa 950 metri quadrati accanto alla stazione ferroviaria “Porto” per la realizzazione di spazi e servizi di supporto alla fruizione della linea ferroviaria  Agrigento-Porto Empedocle. Si integra cioè la nuova Piazza “del casellante”

In sostanza verrà riattivato il binario ferroviario di collegamento tra la Stazione Centrale e la stazione Porto che consentirà di poter arrivare direttamente, con il treno, nel centro abitato di Porto Empedocle e all’ingresso del porto, collegando così la cittadina marinara con la Valle dei templi e il centro storico di Agrigento.

“Questa operazione – ha spiegato il Sindaco Firetto – non è semplicemente un recupero urbanistico ma permetterà di demolire un manufatto posto ignobilmente, con l’assenso di Amministrazioni Comunali precedenti, in un’area sede di binari ferroviari finora adibita ad un Autolavaggio all’aperto. Dunque si provvederà quanto prima alla demolizione del manufatto e alla funzionalizzazione della piazza ad area di parcheggio a servizio dei viaggiatori. Con l’attivazione della Stazione Porto e la creazione della nuova “Piazza del Casellante” in omaggio all’opera dello scrittore Andrea Camilleri, – conclude il Sindaco Firetto – la città di Porto Empedocle si ricongiunge con Agrigento attraverso la strada ferrata in una logica intermodale che lega assieme, mare, crocerismo, valle dei templi e centro storico di Agrigento”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *